May 17, 2016 / 4:21 PM / a year ago

PUNTO 2-Ue riconosce a Italia flessibilità 14 mld su conti 2016

3 IN. DI LETTURA

* Da Ue margine di 0,85 punti Pil, in linea con richieste Renzi

* Bruxelles chiede aggiustamento 0,15/0,2% Pil in 2017

* Padoan rassicura: Italia rispetterà regole comunitarie (Aggiorna con Renzi al terzo paragrafo)

ROMA, 17 maggio (Reuters) - La Commissione europea ha riconosciuto all'Italia una flessibilità pari a circa 14 miliardi di euro sul bilancio del 2016, accogliendo sostanzialmente le richieste del governo di Matteo Renzi.

Lo si legge nella lettera che il vicepresidente dell'esecutivo comunitario, Valdis Dombrovskis e il commissario agli Affari economici e monetari Pierre Moscovici, hanno inviato al ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan.

"In queste ore l'Europa ci riconosce un elemento di flessibilità. Meno di quanto avrei voluto, non è la soluzione di tutti i mali, ma è un principio di flessibilità", commenta Renzi.

Il margine vale 0,85 punti percentuali di Pil e riconosce gli sforzi su riforme strutturali (0,5), investimenti (0,25 punti), spese per l'emergenza immigrazione (0,04%) e la sicurezza (0,06).

"Nessuno Stato ha chiesto o ricevuto niente di così vicino a questo livello di flessibilità", si legge nel testo della lettera, diffusa da Via XX Settembre.

L'Italia aveva chiesto inizialmente di poter alzare il rapporto deficit/Pil di un punto pieno, al 2,4 dall'1,4% tendenziale.

Con la pubblicazione del Documento di economia e finanza (Def), lo scorso aprile, il Tesoro aveva ridotto l'obiettivo di deficit 2016 al 2,3% del Pil, anticipando di fatto l'esito del negoziato.

Il via libera formale al quadro di finanza pubblica del governo italiano è atteso mercoledì 18 maggio, quando è in programma il collegio dei commissari europei chiamato a licenziare le raccomandazioni specifiche per Paese.

Il quadro è meno roseo nel 2017, anno nel quale la Commissione vede la necessità di un aggiustamento compreso tra lo 0,15 e lo 0,20% del Pil, "dipende dai parametri precisi utilizzati per il calcolo dell'output gap", scrivono Dombrovskis e Moscovici.

"È fondamentale per la Commissione che l'Italia sia pronta ad agire in modo da garantire che questa deviazione non si materializzi e che il bilancio del 2017 sia almeno in linea con il Patto di stabilità e crescita".

Il governo ha promesso che troverà i circa 15 miliardi necessari ad evitare l'aumento di Iva e accise in programma nel 2017 a garanzia dei saldi.

La Commissione sottolinea che l'abrogazione delle clausole di salvaguardia deve essere subordinata al rispetto dei target.

Da parte sua Padoan, nella lettera di risposta diffusa sempre dal Tesoro, conferma l'impegno del governo italiano a dare piena attuazione con la prossima legge di stabilità a quanto previsto nel Def, "in maniera tale da rispettare le regole dell'Unione europea" e di evitare "una deviazione significativa".

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below