Bpm-Banco Popolare, possibile ulteriore riduzione filiali a 1.700-1.800

lunedì 16 maggio 2016 15:43
 

MILANO, 16 maggio (Reuters) - Il nuovo gruppo che nascerà dalla fusione tra Bpm e Banco Popolare potrebbe in futuro ottimizzare ulteriormente la rete di filiali, raggiungendo a fine piano un livello di 1.700-1.800 sportelli rispetto a 2.417 di fine 2015.

E' quanto ha spiegato Giuseppe Castagna, AD di Bpm e futuro Ceo del nuovo gruppo nel corso della presentazione del piano strategico al 2019, spiegando che la potenziale riduzione della rete filiali, oltre gli obiettivi indicati nel piano, è da inquadrarsi in un modello target di distribuzione multicanale, con un pieno svilluppo del canale digitale.

Il piano presentato oggi prevede la chiusura di 335 filiali entro il 2019 portando la rete a 2.082 fliali, di cui 712 filiali tradizionali (da 890 a fine 2015), 489 sportelli 'hub' (da 506) e 881 sportelli 'spoke' (da 1.021).

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia