PUNTO 1-Eni vicina a soluzione su Versalis, per il futuro guarda a rinnovabili

giovedì 12 maggio 2016 18:17
 

* Descalzi: "Se non ci sono le condizioni con SK non si chiude"

* Eni resterà al 30% di Versalis, domani nuovo sciopero dipendenti

* Su rinnovabili nessuna sfida a Enel

* Editoria: Agi possibile fuori da Eni, con Ansa ci sono state discussioni (riscrive, aggiunge dettagli, dichiarazioni)

di Giancarlo Navach

ROMA, 12 maggio (Reuters) - Eni investirà un miliardo di euro nei prossimi tre anni nello sviluppo delle energie rinnovabili in Italia e all'estero, mentre per quanto riguarda la chimica di Versalis, la major punta a restare al 30% del capitale. Una soluzione è vicina, anche se non è detto che si chiuderà con il fondo Usa Sk Capital.

L'AD Claudio Descalzi ha parlato a tutto campo nel giorno dell'assemblea degli azionisti della major sui conti 2015 a partire dalla descrizione del progetto per produrre energia da impianti fotovoltaici. Gli investitori, forse, si aspettavano, che l'AD parlasse di petrolio e di investimenti nel settore, mentre il focus odierno è stato diverso.

Nell'editoria, in gran fermento in Italia nel mondo dei quotidiani, il numero uno di Eni non esclude di svincolare l'agenzia di stampa Agi dal perimetro del gruppo, sottolineando che ci sono stato contatti con la concorrente Ansa.

"Nei prossimi tre anni gli investimenti in attività di sviluppo di progetti sulle rinnovabili arriveranno a circa 500 milioni e un investimento analogo ci sarà nella ricerca scientifica. Un miliardo in tutto nella parte rinnovabile", ha detto Descalzi. Una cifra di 500 milioni è già stata investita da Eni negli ultimi tre anni nello sviluppo del solare e del fotovaltaico.   Continua...