PUNTO 1-Metroweb, Movimento 5 stelle contro vendita a Telecom Italia

giovedì 12 maggio 2016 17:48
 

(Aggiunge altri passaggi del comunicato)

ROMA, 12 maggio (Reuters) - Il Movimento 5 stelle chiede al governo di fare in modo che la Cassa depositi e prestiti non ceda la controllata nel settore della fibra ottica Metroweb a Telecom Italia per proteggere l'interesse strategico dell'Italia a possedere una infrastruttura pubblica della rete di nuova generazione.

In una nota, il senatore grillino Andrea Cioffi sollecita Matteo Renzi a "fare chiarezza, prima che l'offerta di Telecom a Cdp vada a scadenza" e che "la posizione dominante" dell'ex monopolista telefonico si estenda alla rete in fibra ottica.

Oggi Patrizia Grieco, presidente di Enel, ha detto che anche il gruppo elettrico controllato dallo Stato sta valutando l'acquisto di Metroweb.

La società media francese Vivendi, presieduta da Vincent Bolloré, ha comprato oltre il 24% di Telecom Italia e nominato 4 consiglieri del cda oltre al vice presidente.

Mediaset, della famiglia di Silvio Berlusconi, ha stretto un accordo con Vivendi per uno scambio azionario del 3,5%.

Il senatore M5s dice nella nota che Bollorè è "uno storico amico di Berlusconi" e osserva che "non solo Vivendì si è ulteriormente rafforzata nel mercato italiano delle telecomunicazioni, ma Mediaset ha indirettamente messo un piede in Telecom Italia".

Per Cioffi "il governo Renzi sta preparando la strada spianata ad una media company privata, con un solido controllo francese, che danneggerebbe anche il valore azionario di Rai e le ambizioni che Enel Open Fiber, poteva vantare sulla fibra ottica".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia