Atlantia, in trim1 salgono Ebitda, utile netto

venerdì 6 maggio 2016 16:48
 

ROMA, 6 maggio (Reuters) - Atlantia, holding che controlla Autostrade per l'Italia e Aeroporti di Roma, ha chiuso il primo trimestre 2016, con un incremento dell'Ebitda e dell'utile di periodo, rispettivamente in crescita del 9% su base omogenea e del 5% sul primo trimestre 2015.

L'Ebitda nel primo trimestre si è attestato a 721 milioni di euro, in linea con il consensus stimato da Reuters e in crescita del 5% rispetto ai 686 milioni dello stesso periodo di un anno fa.

L'utile netto è salito a 164 milioni, anche questo in linea con le previsioni degli analisti (167 milioni), dai 32 milioni di un anno fa, quando sul risultato di periodo aveva pesato il costo del riacquisto a prezzi sopra la pari di bond del gruppo. In termini omogenei la crescita dell'utile di periodo è stata del 9%.

Atlantia prevede nel 2016 un miglioramento dei risultati operativi consolidati.

Atlantia ha detto che il traffico sulla rete autostradale è salito nel primo trimestre del 7,2% sulla rete italiana, con un incremento su base omogenea del 4,2% depurando il dato del giorno in più per l'anno bisestile e per la festività della Pasqua a marzo.

Sulla rete estera il traffico è cresciuto del 3,2%.

Il traffico passeggeri aeroportuale è aumentato del 4% sul primo trimestre 2015.

Atlantia ha congelato per ora la cessione di una quota minoritaria di Aeroporti di Roma e ha detto che selezionerà nei prossimi mesi gli adviser per la cessione di una quota di minoranza di Autostrade per l'Italia (Aspi), utile per accelerare la strategia di crescita internazionale.

Il gruppo italiano è in corsa, in cordata con Edf invest, per la gara per la privatizzazione dell'aeroporto di Nizza, mentre punta ad andare da solo nella gara per l'aeroporto di Lione.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia