Renzi a Weidmann: governatori banche stranieri non ci dicano cosa fare

giovedì 5 maggio 2016 16:27
 

ROMA, 5 maggio (Reuters) - L'Italia non si fa dettare l'agenda politica dai governatori di banche stranieri.

Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, replica così al governatore della Bundesbank Jens Weidmann che la scorsa settimane ha criticato Roma per la sua politica fiscale espansiva.

"Weidmann non ha creato concitazione in Italia. La stagione in cui dichiarazioni che provengono dall'esterno creavano fibrillazioni in Italia è finita. Auguro a Weidmann di risolvere i suoi problemi", ha detto il capo del governo durante la conferenza stampa congiunta con la cancelliera tedesca Angela Merkel.

Weidmann ha criticato l'Italia dicendo che non ha rispettato le attuali regole del patto di Stabilità.

"Quello che c'è da fare lo sappiamo da soli, lo decidiamo con gli alleati europei e non ce lo facciamo dire da nessun governatore di una banca straniera. L'Italia è tornata e non ha voglia di mettere bandierine sui risultati ottenuti, si sappia che Weidmann è sempre benvenuto in Italia, dove lo accoglieremo con grande sorriso e senza concitazione", ha aggiunto Renzi.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia