BORSE EUROPA trascinate a minimi da tre settimane da minerari e banche

martedì 3 maggio 2016 11:25
 

INDICI                           ORE 11,20   VAR %    CHIUS. 2015
 EUROSTOXX50                      2988,8      -1,44    3267,52
 FTSEUROFIRST300                  1323,59     -1,39    1437,53
 STOXX BANCHE                     147,76      -2,07    182,63
 STOXX OIL&GAS                    273,96      -2,16    262,31
 STOXX ASSICURAZIONI              246,98      -0,49    285,56
 STOXX AUTO                       482,09      -2,17    565,06
 STOXX TLC                        317,7       -0,11    347,10
 STOXX TECH                       317,13      -1,28    355,86
        
LONDRA, 3 maggio (Reuters) - I mercati azionari europei scivolano ai minimi da
tre settimane trascinati dalla tedesca Commerzbank, in picchiata dopo
i risultati, e dai titoli del settore minerario abbattuti dal calo dei prezzi
dei metalli a seguito dei deboli dati sulla manifattura cinese. 
    Alle 11,15 italiane l'indice paneuropeo FTSEurofirst 300 perde
l'1,4%, a 1323,67. Ieri l'indice ha chiuso in rialzo dello 0,1%.
    Tra le singole piazze, il tedesco DAX perde l'1,61%, il francese
CAC 40 l'1,25% e il britannico FTSE 100 lo 0,71%. 
    ** Commerzbank perde circa l'8%, il calo più pesante dell'indice paneuropeo,
dopo aver registrato nel primo trimestre un utile netto in calo del 52%,
affossato da mercati volatili e da bassi tassi di interesse.
    ** La prima banca europea Hsbc, dopo un iniziale segno più dovuto a
una contrazione dell'utile trimestrale inferiore alle attese, viaggia ora in
territorio negativo a -0,4%, allineandosi alla scia di vendite.
    ** L'indice europeo delle banche STOXX perde al momento oltre il 2%
mentre l'indice Basic Resources è a -3,8% dopo la flessione dei prezzi
dei principali metalli industriali a seguito della contrazione in aprile del
manifatturiero per il quattordicesimo mese consecutivo, complice una domanda
stagnante, situazione che obbliga le imprese a ridurre i posti di lavoro a un
ritmo più intenso. 
    "Sarei cauto sul minerario perché la crescita globale deluderà ancora e
anche le commodity avranno la stessa sorte", ha commentato Gerhard Schwarz, head
of equity strategy presso Baader Bank a Monaco.
    "Il dollaro si sta indebolendo e ci sono preoccupazioni che la valuta non
sia più un volano per alcune società. I risultati del periodo non sono negativi
ma dubito che l'outlook degli utili migliori in maniera significativa come
atteso", ha aggiunto.
    Altri titoli da segnalare:
    ** Il chipmaker tedesco Infineon perde il 2,5% dopo aver
peggiorato le guidance di utili e ricavi per l'intero esercizio.
    ** In controtendenza Solvay che guadagna circa il 4% dopo una
trimestrale migliore delle attese con tagli dei costi a bilanciare il lieve calo
dei prezzi dei prodotti per i clienti.
    ** Bene anche BNP Paribas a +1,68% dopo utili netti trimestrali in
crescita del 10,1% con previsioni sulle sofferenze inferiori alle attese a
bilanciare un crollo del business corporate e istituzionale.
    
    
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. 
    
    Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia