Intesa cede Setefi e Intesa Sanpaolo Card per 1,035 mld, plusvalenza 895 mln

lunedì 2 maggio 2016 08:59
 

MILANO, 2 maggio (Reuters) - Intesa Sanpaolo ha siglato un accordo per cedere Setefi e Intesa Sanpaolo Card, controllate attiva nei pagamenti, a Mercury, azionista di Icbpi e controllato da un consorzio costituito da Advent, Bain Capital e Clessidra, per 1,035 miliardi di euro in contanti.

Lo ha annunciato la stessa Intesa Sanpaolo, confermando quanto riportato da Reuters nei giorni scorsi. La plusvalenza è pari a circa 895 milioni di euro.

La cessione, spiega un comunicato di Intesa, comprende un contratto di servizio di durata decennale, in cui Intesa si impegna ad usufruire dei servizi di Setefi e Intesa Sanpaolo Card.

Advisor di Intesa per la parte finanziaria è Ubs, mentre Mediobanca ha svolto tale funzione per il consorzio.

Il perfezionamento dell'operazione, spiega la nota di Intesa, previsto entro la fine dell'anno e subordinato unicamente all'ottenimento delle consuete autorizzazioni da parte delle autorità competenti, si tradurrà in una plusvalenza netta di circa 895 milioni di euro per il conto economico consolidato di quest'anno della banca italiana.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia