Unipol, offerta Cairo penalizzante, favorevoli a chi si impegna a valorizzare Rcs- Cimbri

mercoledì 27 aprile 2016 16:51
 

BOLOGNA, 27 aprile (Reuters) - Unipol è favorevole a qualunque proposta che valorizzi Rcs ma l'offerta di Cairo Communications fotografa una situazione di mercato penalizzante per gli azionisti del gruppo editoriale.

Lo ha ribadito Carlo Cimbri, AD del gruppo Unipol, azionista di Rcs con il 4,6% al termine dell'assemblea di UnipolSai .

"Rcs è sottovalutata rispetto agli asset che incorpora. Cairo fa un'operazione brillante scambiando la sua società, valutata su valori alti, con Rcs che è sottovalutata. Ma io devo ragionare da azionista di Rcs e dunque valuteremo secondo convenienza", dice Cimbri.

Al momento dell'annuncio, l'Ops di Cairo valutava Rcs 0,527 euro per azione (0,12 azioni Cairo ogni titolo Rcs). Il titolo ha raggiunto con un balzo quel valore e oggi tratta a 0,6 euro, segno che il mercato si aspetta un ritocco oppure una controfferta.

Oggi il presidente di Cairo Communications ha detto che l'offerta non è modificabile.

"Nulla è irricevibile o non accoglibile per partito preso. ma si valutano le condizioni economiche. Al di là delle simpatie per Cairo, decidere se aderire o no all'offerta è solo una questione di valutazione economica", ha aggiunto.

"Chiunque si impegni a valorizzare Rcs non può che trovarci favorevoli", ha concluso.

(Andrea Mandalà)   Continua...