Appello Finmeccanica, per giudici innegabile ruolo manager in corruzione - motivazioni

venerdì 22 aprile 2016 17:21
 

MILANO, 22 aprile (Reuters) - Il ruolo che ebbero "personalmente e direttamente" gli ex AD di Finmeccanica e AgustaWestland, Giuseppe Orsi e Bruno Spagnolini, nei pagamenti che "costituiscono il prezzo della corruzione" dell'allora capo di Stato maggiore dell'aeronautica indiana Sashi Tyagi, per ottenere un appalto da 560 milioni per 12 elicotteri dall'India nel 2010, è "innegabile".

E' quanto scrivono i giudici della Corte d'Appello di Milano nelle motivazioni della sentenza con cui lo scorso 7 aprile - modificando sensibilmente quella di primo grado - hanno condannato Orsi a 4 anni e 6 mesi di reclusione e Spagnolini a 4 anni per le imputazioni di corruzione internazionale e false fatture.

"Sashi Tyagi ha ricoperto l'incarico di capo di Stato maggiore dell'aeronautica militare indiana per tutto il periodo necessario ad assicurare ad Agusta Westland sia una modifica dei requisiti degli elicotteri tale da consentire alla predetta di poter partecipare alla gara, sia il mantenimento di stessi requisiti immutati nel bando di gara, e quindi l'aggiudicazione della commessa: in altri termini, quei pagamenti, protratti nel corso di diversi anni, costituiscono il prezzo della corruzione del pubblico ufficiale indiano, Sashi Tyagi", si legge nelle 225 pagine depositate oggi e ottenute da Reuters.

Per i giudici inoltre, Orsi ha attuato un'"intensa ed estesa attività di inquinamento probatorio...non interrotta neppure durante il periodo di detenzione, senza risparmio di mezzi né persone, sfruttando la propria posizione apicale in un'impresa a partecipazione pubblica per asservire anche i media alle proprie esigenze private", scrivono ancora i giudici nelle motivazioni.

Dopo la sentenza, l'avvocato Ennio Amodio, difensore di Orsi, ha annunciato che entrambi gli imputati, che hanno sempre respinto ogni addebito, faranno ricorso in Cassazione.

In primo grado il Tribunale di Busto Arsizio il 9 ottobre 2014 aveva assolto entrambi gli imputati dall'accusa di corruzione internazionale "perché il fatto non sussiste" e li aveva condannati a due anni di reclusione per false fatture.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia