Eni, Senato dice no a procedura urgenza su commissione inchiesta

giovedì 21 aprile 2016 13:31
 

ROMA, 21 aprile (Reuters) - Il Senato ha respinto oggi la richiesta di avviare la procedura d'urgenza per istituire una commissione d'inchiesta su Eni.

A votare contro la richiesta del Movimento Cinque Stelle sono stati la maggioranza, Forza Italia e Ala.

Il M5s, con l'appoggio di Sel, ha proposto l'istituzione di una commissione parlamentare d'inchiesta su Eni e sui "fenomeni di corruzione correlati" a seguito dell'inchiesta della magistratura sulla presunta corruzione legata a progetti petroliferi in Basilicata.

Annunciando in aula il voto contrario del Pd, il capogruppo Luigi Zanda ha detto: "L'Eni è una grandissima multinazionale italiana... E' quotata in borsa e ha grandi responsabilità, conduce trattative internazionali per l'utilizzo di risorse energetiche di cui il nostro Paese ha una fame assoluta. Dobbiamo garantirle la massima possibilità di sviluppo, lasciando alla magistratura tutto lo spazio di cui necessita per fare chiarezza" sulle vicende.

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia