Cdp, utile 2015 capogruppo 900 mln, margine d'interesse -22%

mercoledì 13 aprile 2016 19:29
 

ROMA, 13 aprile (Reuters) - Cassa depositi e prestiti (Cdp) ha chiuso il 2015 con un utile netto contabile in calo a 900 milioni dai 2,2 miliardi del 2014.

A livello di gruppo invece il 2015 si è chiuso con una perdita netta di circa 900 milioni, "riconducibile al risultato d'esercizio di Eni", spiega una nota.

Il margine d'interesse a livello di capogruppo è in flessione del 22% a 900 milioni, "per effetto della contrazione dei tassi di mercato, ed in particolare della discesa del rendimento del conto corrente di Tesoreria a livelli minimi storici".

La raccolta complessiva, pari a 323 miliardi, è in lieve calo rispetto al 2014.

"Cdp mantiene un robusto livello patrimoniale con un patrimonio netto che risulta in sostanziale tenuta a circa 19,5 miliardi di euro", aggiunge la nota.

La Cassa è controllata all'80,1% dal Tesoro, per il 18,4% da un nutrito gruppo di Fondazioni di origine bancaria e per il restante 1,5% da azioni proprie.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia