Eni, se su Versalis non si chiude con Sk in 3-4 settimane ci sarà altra gara - AD

mercoledì 6 aprile 2016 15:40
 

MILANO, 6 aprile (Reuters) - L'AD di Eni, Claudio Descalzi, dice di non essere sicuro che la major cederà la maggioranza di Versalis al fondo Usa Sk Capital e le prossime tre-quattro settimane saranno decisive per chiudere la parte economico-finanziaria dell'operazione, altrimenti si farà un'altra gara.

Parlando nel corso di un'audizione presso le commissioni riunite delle Attività produttive di Camera e Senato, il manager ha detto: "Sk Capital ha presentato l'offerta migliore, abbiamo fatto una gara, si sono presentati in sei e sono rimasti in tre".

L'eventuale cessione di Versalis al fondo Usa è fortemente avversata dai sindacati che temono l'incapacità del fondo a sostenere gli investimenti per lo sviluppo dell'azienda chimica.

"Sk è dal 2007 nella chimica, produce più di Versalis e non ha mai dismesso nulla", ha chiarito il manager. Poi ha ribadito i numerosi paletti messi per concludere l'operazione, uno di questi è la garanzia di investire almeno 1,2 miliardi di euro: "poi abbiamo detto che per tre anni non si tocca neanche una persona, abbiamo definito un prezzo e hanno dimostrato che non mettono solo i soldi; c'è la parte ambientale da negoziare. Ci diamo ancora tre-quattro settimane, se non si chiude la parte economico finanziaria, faremo un'altra gara".

Infine, Descalzi, ha sottolineato che se l'operazione con il fondo Usa non dovesse andare a buon fine, "1,5 miliardi da mettere nella chimica non li ho e non riesceremo a esprimere le potenzialità che ha. Non so se chiuderemo con Sk, se non ci sono le garanzie finanziarie non si chiude".

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia