PUNTO 1-Mediaset, Berlusconi ridimensiona interesse Vivendi, domani Cda su conti

lunedì 21 marzo 2016 18:05
 

(Aggiunge contesto, fonte)

MILANO, 21 marzo (Reuters) - Silvio Berlusconi circoscrive ai soli contenuti l'interesse di Vivendi per Mediaset e smentisce di fatto indiscrezioni stampa che ipotizzavano una progressiva cessione del gruppo Tv ai francesi.

Domani si riunisce il Cda di Mediaset sui conti 2015 con conference call con gli analisti nel tardo pomeriggio. Una fonte vicina alla società sottolinea che "il consiglio di domani sarà solo sul bilancio: all'ordine del giorno non c'è nulla che riguardi eventuali trattative su Mediaset".

Se da parte di Mediaset e azionisti si cerca di gettare acqua sul fuoco, tuttavia, secondo una fonte vicina al dossier, "l'accordo per la cessione di Premium ai francesi sarebbe sostanzialmente già fatto. Anche se al momento la prima cosa da capire è chi guiderà Telecom Italia, di cui Vivendi è il principale azionista, dopo l'uscita di scena di Marco Patuano".

Le trattative su Premium si intrecciano al dossier torri. Giovedì scorso Telecom ha rinviato qualunque decisione sulla vendite di Inwit, dopo avere ricevuto due offerte da parte di Cellnex-F2i e da Ei Towers, controllata Mediaset. C'è infatti chi sottolinea il ruolo di Vincent Bollorè, presidente e principale socio di Vivendi nonché buon amico della famiglia Berlusconi.

Oggi Repubblica scrive di un accordo di massima ormai raggiunto tra la famiglia Berlusconi e i vertici di Vivendi per uno scambio azionario, primo passo per una cessione di Mediaset. L'obiettivo sarebbe creare una piattaforma europea sulle tv via internet in chiave anti Netflix.

Di buon mattino, l'ex premier, intervistato da radio RTL 102,5, ha detto: "Conosco Bollorè e so dell'azione di Vivendi. E' vero c'è interesse non a Mediaset ma a format e listino di film". "Però dell'azione di Vivendi e di tutto il resto sulla TV se ne occupa mio figlio Pier Silvio e ne vengo messo al corrente", ha precisato Berlusconi, che controlla Mediaset tramite la holding Fininvest.

Pier Silvio Berlusconi, AD di Mediaset, ha parlato in diverse occasioni della possibilità di collaborazioni su contenuti e pay Tv con Vivendi, sottolineando che tutto è possibile.

Alcuni giorni fa alcune fonti hanno detto a Reuters che la cessione della tv Premium ai francesi potrebbe essere finalizzata a breve e che sarebbe per metà in contanti e per metà in azioni. Ieri il Corriere della Sera ipotizzava un'operazione tutta in azioni con una serie di opzioni che proietterebbero i francesi verso i piani superiori del Biscione. Se così fosse, valutando l'89% della pay tv in mano a Mediaset intorno ai 900 milioni, il Biscione potrebbe avere una quota intorno al 3,4% del colosso media francese.   Continua...