PUNTO 1 - Aduc presenterà prima class action contro Microsoft

martedì 5 gennaio 2010 16:10
 

(aggiorna con dettagli)

FIRENZE, 5 gennaio (Reuters) - L'Aduc, associazione di consumatori, ha annunciato che promuoverà la prima class action contro Microsoft (MSFT.O: Quotazione) per chiedere il rimborso del prezzo del sistema operativo Windows preinstallato nei pc a coloro che non lo vogliono utilizzare.

La causa sarà presentata al Tribunale di Firenze dopo l'Epifania.

"Dal primo gennaio è possibile anche in Italia intentare azioni collettive di consumatori contro le aziende, benché la legge italiana abbia limitato molto l'efficacia che la class action ha in altri paesi", ha spiegato a Reuters il presidente di Aduc Vincenzo Donvito.

Al momento non è stato possibile raggiungere Microsoft Italia per un commento.

In Italia la legge ammette solo il risarcimento per il torto subito e non il danno punitivo, cioè la sanzione che il giudice può comminare alle aziende per indurle a non ripetere il comportamento ritenuto lesivo dei consumatori, come avviene negli Usa.

Sul rimborso del prezzo del sistema operativo preinstallato, che i clienti sono di fatto obbligati ad acquistare, anche se non lo vogliono, perché inserito nel prezzo del pc, l'Aduc ha promosso in passato una causa "pilota" presso il giudice di pace di Firenze, che è stata vinta.

"Le cause individuali riguardano un numero limitato di utenti, quelli più tenaci e convinti, disposti anche a sobbarcarsi il peso di una causa giudiziaria", ha detto Donvito. "Per cui, visto l'alto numero di utenti coinvolti e l'importanza della questione per la libertà di mercato abbiamo deciso di agire con un'azione giudiziaria collettiva contro la Microsoft".

La fase operativa della class action partirà quando i tribunali avranno istituito gli appositi uffici per accogliere a protocollare le istanze, come previsto dalla legge.

"Questione non di settimane, ma di mesi" secondo Aduc. La class action su Windows è rivolta esclusivamente ad acquirenti privati di computer con sistemi operativi preinstallati che non abbiano accettato la licenza d'uso del software, né l'abbiano mai utilizzato.