21 aprile 2017 / 11:00 / tra 6 mesi

PUNTO 2-Atlantia con Abertis se operazione friendly, non serve cessione loro asset- AD

* Operazione accelera diversificazione, ottimizza costo capitale

* Prezzo borsa Abertis sembra scontare prospettive fusione-AD

* Caixa interlocutore importante per valutare attrattività piano (Aggiunge dettagli da conferenza stampa AD)

di Stefano Bernabei

ROMA, 21 aprile (Reuters) - Atlantia accelera nella valutazione di una possibile acquisizione di Abertis che però potrà esserci solo su base amichevole e senza mettere a rischio l‘attuale capacità del gruppo, controllato dalla famiglia Benetton, di remunerare gli azionisti con un dividendo promesso in crescita.

“Ogni operazione che vuole essere ostinatamente friendly deve essere percepita come un valore da tutti, dal management, dagli azionisti di Abertis, dal cda di Abertis e dalle istituzioni spagnole, altrimenti l‘operazione non siamo disposti a farla”, ha detto l‘AD Giovanni Castellucci, parlando all‘assemblea dei soci, dove per la prima volta ha dato qualche informazione su una operazione svelata dalla stampa.

La fuga di notizie, ha detto, ha comportato una accelerazione del processo ma non si resterà ancora a lungo nell‘incertezza.

“Tra le opzioni strategiche c‘è quella di una operazione con Abertis che potrebbe accelerare gli obiettivi di diversificazione internazionale e di ottimizzazione del costo del capitale”, ha detto Castellucci.

Atlantia capitalizza circa 20 miliardi e Abertis circa 16 miliardi. Il gruppo italiano ha chiuso il 2016 con un debito di circa 11,67 miliardi mentre il gruppo spagnolo ha un debito superiore a 14 miliardi.

Atlantia ha chiuso il 2016 con un rapporto debito/Ebitda migliorato a 3,1% da 3,3%, rendendo possibile un margine per l‘utilizzo di una maggiore leva, ha spiegato l‘Ad.

Castellucci in una conferenza stampa dopo l‘assemblea ha sottolineato quanto sia determinante la condivisione del progetto con il management di Abertis e con il principale azionista del gruppo spagnolo, Criteria Caixa. Poi, rispetto a ipotesi che possa essere prevista la cessione di asset Abertis, come Cellnex e Hispasat per finanziare l‘operazione, Castellucci ha detto che “anche in scenari che prevedono un maggiore esborso finanziario non sarebbe prevista, come elemento centrale o necessario, la vendita di alcun asset”.

“Sarebbe sbagliato se noi immaginassimo di dover fare una operazione ipotizzando la vendita di asset importanti”, ha aggiunto.

L‘Ad di Atlantia ha sottolineato che il progetto che ha “in testa vede Criteria Caixa ancora parte dello sviluppo del gruppo Abertis Atlantia, quindi sarà anche con Caixa che dovremmo verificare l‘attrattività del progetto”.

Criteria Caixa è principale azionista di Abertis con il 22,25%.

Nessuna indicazione però sul prezzo. Castellucci ha solo definito fantasiose alcune ipotesi circolate che hanno valutato il gruppo spagnolo sopra i 16 miliardi, e che “l‘attuale prezzo di Borsa [di Abertis] immagino che sconti già le prospettive” di fusione.

Invitando più volte “a usare il condizionale” nel descrivere lo stato del progetto, Castellucci ha anche detto di ritenere che “una eventuale operazione friendly con Abertis e con Caixa debba essere qualificata velocemente, altrimenti abbiamo entrambi un radioso futuro, sia noi che Abertis, anche separatamente”.

Le ipotesi di stampa, non smentite, indicano una operazione per il 75% in cash e il 25% con emissione di carta. Considerando che Abertis ha azioni proprie per oltre l‘8% del capitale, con una valutazione in linea con l‘attuale capitalizzazione di Abertis, Atlantia dovrebbe pagare circa 11 miliardi in contanti e poco più di 3,7 miliardi in nuove azioni.

La parte in contanti può essere in parte coperta con i proventi della cessione del 15% della controllata Autostrade per l‘Italia. Le offerte vincolanti, ha detto Castellucci, saranno esaminate dal prossimo consiglio di amministrazione previsto a metà maggio. Il mercato si aspetta da questa cessione introiti per circa 2,5 miliardi.

Ma l‘operazione con Abertis, “che conosciamo da tantissimi anni e con cui condividiamo grande fiducia e stima reciproca, è una operazione complessa”, di cui sarebbe sbagliato dare per scontato “una altissima probabilità di successo”.

“Non ci interessano operazioni che possano mettere a rischio le prospettive di crescita dei dividendi”, ha detto agli azionisti.

In Borsa poco dopo le 16 il titolo Abertis è piatto mentre Atlantia perde 1% a 22,36 euro.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia” Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below