Ipo Sea, atteso ok consiglio comune Milano entro febbraio -fonte

lunedì 31 gennaio 2011 15:11
 

MILANO, 31 gennaio (Reuters) - Dopo l'accordo siglato nel fine settimana tra azienda e sindacati sulla quotazione di Sea, società che gestisce gli aeroporti milanesi, il passo successivo per lo sbarco a Piazza Affari spetta ora al Consiglio Comunale di Milano, che dovrà approvare il bilancio previsionale in cui si affronta, tra l'altro, questo tema.

Entrando nel dettaglio, una fonte di Palazzo Marino oggi ha detto che il Consiglio dovrebbe dare il via libera al bilancio molto probabilmente "entro fine febbraio-primi di marzo".

La discussione sul bilancio riprenderà in Consiglio il 15 febbraio e deve concludersi entro il 31 marzo, pena il commissariamento di Palazzo Marino.

In precedenza una fonte sindacale ha spiegato che Sea "sta cercando di accelerare il tutto per effettuare la collocazione entro giugno".

Sea - di cui il Comune è azionista di maggioranza con l'84,56% - da parte sua, spiega la portavoce, "non deve fare altro (se non) aspettare l'approvazione della delibera di bilancio del Comune".

Intanto nel fine settimana la società di gestione degli scali di Linate e Malpensa e i sindacati - Cgil, Cisl, Uil, Ugl, Flai Trasporti e Sin.pa - hanno firmato l'accordo per la quotazione della società, che secondo quanto detto il mese scorso dal suo presidente Giuseppe Bonomi si dovrà concretizzare entro il 2011.

"L'operazione di quotazione origina e deve potersi spiegare con l'obiettivo di rafforzare la struttura finanziaria di Sea, per sostenere adeguatamente il progetto di investimenti infrastrutturali previsti dal piano strategico 2009-2016", si legge nel contratto.

E ancora, l'operazione di quotazione deve "necessariamente prevedere l'offerta al mercato borsistico di azioni di nuova emissione (Offerta di Pubblica Sottoscrizione), nell'ambito di un progetto di azionariato diffuso".

Secondo la Filt-Cgil, con l'accordo si dà il via libera alla quotazione in borsa dell'aumento di capitale sociale "di almeno il 30% delle azioni già esistenti. Si prevede la collocazione con una destinazione specifica ai lavoratori di Sea".   Continua...