Facebook non è ansiosa di andare in Borsa, scrive Wsj

giovedì 4 marzo 2010 08:24
 

NEW YORK, 4 marzo (Reuters) - Mark Zuckerberg, l'amministratore delegato di Facebook, non ha alcuna fretta di quotare in borsa il popolare sito di social networking. Lo ha scritto ieri sera il quotidiano finanziario statunitense "Wall Street Journal".

Il 25enne AD ha detto in un'intervista al Journal che la sua azienda potrebbe lanciare un'offerta iniziale di acquisto pubblico (Ipo) ma "non abbiamo affatto fretta".

"Se non c'è bisogno di capitali, allora le pressioni sono differenti, e le motivazioni (per quotarsi) non sono le stesse", ha detto Zuckerberg al giornale.

A maggio del 2009 Zuckerberg aveva detto che la quotazione era questione di pochi anni. Facebook ha annunciato una struttura azionaria a doppia classe per garantire il controllo di voto agli attuali proprietari, ma ha ribadito che non punta ancora alla Borsa.

Il social network è oggi uno dei più frequentati indirizzi Internet, sfidando giganti come Yahoo (YHOO.O: Quotazione) e Google (GOOG.O: Quotazione), conta 400 milioni di utenti nel mondo e dispone di ampi investimenti da parte di Microsoft (MSFT.O: Quotazione) e della società di investimenti russi Digital Sky Technologies.