Rimini Fiera rinvia quotazione, ricavi 2008 a 63 mln, +9,5%

lunedì 15 dicembre 2008 15:44
 

ROMA, 15 dicembre (Reuters) - Rimini Fiera ha deciso di rinviare la quotazione in borsa, dopo che la precedente previsione la indicava per la prossima primavera.

Lo ha annunciato il presidente Lorenzo Cagnoni nel corso di una conferenza stampa, annunciando per Rimini Fiera spa dati dei ricavi nel preconsuntivo 2008 a 63,1 milioni, con un +9,5% sul 2006 (anno di raffronto utile per la presenza delle stesse manifestazioni).

Per quanto riguarda la quotazione "per Rimini Fiera sussisteva l'obbligo di una proposta entro la primavera del 2009: con gli attuali scenari di mercato l'ingresso in Borsa è divenuto un obiettivo evidentemente non conseguibile e dovremo indicare un diverso percorso in grado di centrare due obiettivi strategici. Il primo: fare fronte al servizio del debito per la realizzazione del nuovo palacongressi per la parte che prevedeva una parziale alienazione delle azioni in possesso dei soci pubblici. Secondo: procedere comunque nell'ulteriore privatizzazione di Rimini Fiera. Le soluzioni e le proposte alternative alla quotazione che presenteremo in primavera saranno quindi articolate specificatamente su questi due fronti e, lo anticipo, saranno sostanzialmente fondate su un ruolo economico di primo piano giocato dall'attività fieristica della nostra Spa", ha detto Cagnoni secondo quanto riportato in un comunicato.

Rimini Fiera SpA chiude il 2008 con un preconsuntivo di 63,1 milioni di euro di ricavi (dai 57,6 milioni del 2006). Il mol registra 19,8 milioni di euro (-4,7% sul 2006). Per ciò che concerne il gruppo, il consolidato porta ad un preconsuntivo del valore della produzione complessivo di 95,9 milioni di euro (+12% sugli 85,6 milioni del 2006) con un mol di 22,9 milioni (-0,6% sui 23 milioni del 2006).