Private equity, Ceo Blackstone vede peggio alle spalle

mercoledì 14 ottobre 2009 12:48
 

DUBAI, 14 ottobre (Reuters) - Il numero uno del colosso del private equity Blackstone Group (BX.N: Quotazione) ritiene che il settore abbia superato la fase peggiore e vede una ripartenza del mercato delle Ipo.

Stephen Schwarzman, amministratore delegato di Blackstone, dice di vedere "un maggior numero di germogli" della ripresa economica, sebbene la dimensione della crescita nei prossimi mesi rimanga poco chiara.

"Non ci aspettiamo un nuovo scivolamento dell'economia Usa in recessione, ma riteniamo che la debolezza della spesa per consumi e la stretta ai prestiti bancari penalizzeranno la ripresa economica Usa nel 2010 e nel 2011", ha affermato Schwarzman, intervenendo a una conferenza.

Uno dei fondatori, insieme a Peter Peterson, di Blackstone ha spiegato che l'industria del private equity si trova "in una posizione radicalmente diversa" rispetto a un anno fa, alla luce dei segni di vitalità del mercato del finanziamento bancario.

"Possiamo realizzare transazioni nel range 3-4 miliardi di dollari in questa fase del ciclo", ha aggiunto Schwarzman, parlando a margine della conferenza. "E con una leva moderata al lavoro, i deal di questa taglia posso coinvolgere oltre 1 miliardo di dollari di equity".

Schwarzman ha confermato che Blackstone ha in cantiere cinque cessioni di aziende in portafoglio, che potrebbero generare circa 2,8 miliardi di dollari, e otto Ipo.

"Nessuno sa quanto a lungo resterà aperta la finestra per le Ipo", ha detto il Ceo di Blackstone. "Storicamente, è un mercato piuttosto imprevedibile, e si muove sulle prospettive di crescita dell'economia".