10 agosto 2011 / 16:18 / 6 anni fa

Usa, salta Ipo WageWorks, Carbonite taglia range prezzo

NEW YORK, 10 agosto (Reuters) - Le turbolenze che stanno scuotendo i mercati finanziari continuano a mietere vittime fra le società che puntavano ad approdare a Wall Street.

WageWorks, società che opera nella gestione dei programmi di benefit per i lavoratori delle aziende, ha annunciato lo slittamento dell'Ipo a causa delle condizioni delle borse.

Carbonite (CARB.O), invece, conferma i piani di quotazione, ma taglia il range indicativo di prezzo: secondo un filing inviato alla Sec, la società, che opera nella fornitura di servizi di backup online, vede il pricing delle 6,3 milioni di azioni in vendita nella forchetta 10-11 dollari l'una, contro 15-17 dollari fissato in precedenza.

Ieri, avevano annunciato lo spostamento a data da destinarsi del collocamento Tim w.e., InvenSens e HomeStreet. Lunedì era toccato ad Enduro Royalty Trust e venerdì scorso, prima che S&P comunicasse il taglio del rating degli Stati Uniti, Cathay Indutrial Biotech aveva gettato la spugna.

Il vero banco di prova sarà l'offerta di Groupon: oggi, la società attiva nelle vendite online ha aggiornato il filing inviato alla Sec con i risultati del secondo trimestre.

La situazione dei mercati fa presagire che anche le Ipo in cantiere in Europa dopo la pausa estiva siano a forte rischio. Un antipasto di quanto potrebbe accadere tra la fine di agosto e l'inizio di settembre, con una raffica di annunci di slittamento dei progetti di quotazione, si è avuto oggi: l'utility polacca Pge PGEP.WA ha congelato il piano per portare in borsa la divisione che si occupa di energia da fonti rinnovabili, Pge Energia Odnawialna. Pge puntava a quotare la controllata nel quarto trimestre.

La pipeline delle Ipo a Piazza Affari prevede, per la finestra autunnale, gli approdi di Fedrigoni, Sea e Avio.

I mercati delle Ipo di Hong Kong e Shanghai, invece, fanno storia a sé e continuano a registrare offerte di successo e debutti felici. Oggi è toccato a Founder Securities (601901.SS), broker e partner cinese di Credit Suisse CSGN.VX, che ha messo a segno un balzo del 43,59% nel primo giorno di contrattazioni. Founder ha raccolto circa 910 milioni di dollari con l'Ipo.

Anche a Shanghai, però, il banco di prova sarà rappresentato dai collocamenti di Sinohydro Group e Great Wall Motor (2333.HK).

Sinohydro, che costruisce dighe, punta a raccogliere oltre 2,5 miliardi di dollari, conquistando la palma di maggiore Ipo in Cina nel 2011.

Great Wall Motor vuole raccogliere circa 500 milioni di dollari.

Va detto, infine, che segnali di rallentamento del flusso di Ipo si registrano anche in Cina, ad Hong Kong in particolare. Il 5 agosto scorso, Everbright Bank (601818.SS) ha rinviato l'offerta, finalizzata ad approdare al mercato della ex colonia inglese, che puntava a raccogliere fino a 6 miliardi di dollari.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below