April 13, 2011 / 2:06 PM / 6 years ago

PUNTO 2 - Ferragamo, presentata domanda, Ipo attesa a luglio

3 IN. DI LETTURA

(aggiorna con nota su presentazione domanda)

MILANO, 13 aprile (Reuters) - Salvatore Ferragamo ha presentato oggi a Borsa e Consob la documentazione per la richiesta di quotazione a Piazza Affari.

Lo ufficializza una nota del gruppo del lusso aggiungendo che Mediobanca e J.P. Morgan agiranno quali coordinatori dell'offerta globale di vendita e joint bookrunner. Mediobanca agirà inoltre in qualità di responsabile del collocamento per l'offerta pubblica e sponsor.

Considerati i tempi tecnici, l'Ipo potrebbe avvenire il prossimo luglio, spiega a Reuters una fonte a conoscenza della situazione.

Il progetto di sbarco sul mercato è stato approvato dall'assemblea della maison fiorentina a fine marzo.

L'operazione potrebbe essere stata decisa anche alla luce dei risultati "particolarmente incoraggianti" del 2010, aggiunge la fonte.

Ferragamo ha realizzato lo scorso anno un utile netto di 60,8 milioni, rispetto a una perdita di 14,7 milioni di un anno prima, su ricavi per 781,6 milioni (+26,1%) e un Ebitda di 113 milioni.

Nessuna indicazione ancora sul flottante, che verrà definito meglio in prossimità del lancio dell'offerta pubblica, aggiunge la fonte. Il giornale ipotizza un flottante di almeno il 30% e riporta una valutazione della società (EV) tra 1 e 1,7 miliardi di euro.

Secondo un analista i benchmark quotati sono Burberry (BRBY.L) e Tod's (TOD.MI) e difficilmente Ferragamo potrà andare a premio rispetto a queste due società. Considerando che Tod's ha un rapporto enterprise value/Ebitda di 10 volte nel 2011 e di 9,5 nel 2012 e ipotizzando 135 milioni di Ebitda per Ferragamo nel 2011, l'analista calcola un EV intorno a 1,3 miliardi di euro.

"La decisione dell'Ipo non mi ha sorpreso visto che il lusso sta vivendo un buon momento in Cina", aggiunge.

Nel settore del lusso hanno annunciato la prossima quotazione Prada, che sbarcherà alla borsa di Hong Kong, e Moncler a Piazza Affari.

Una fonte di settore sottolinea che Ferragamo "è un buon marchio ma ha bisogno di essere svecchiato, dalla sua ha il fatto che ha potenziale in Asia".

I consulenti incaricati sono Caretti & Associati in qualità di advisor finanziario della società, gli studi legali Gianni Origoni Grippo & Partners, Latham & Watkins quali advisor legali per la società e lo studio Linklaters quale advisor legale delle banche, mentre Reconta Ernst & Young è la società di revisione incaricata.

Cristina Carlevaro, Valentina Za

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below