SINTESI1 -Fiat al 51% di Chrysler in 2011,tempi Ipo incerti - AD

mercoledì 30 marzo 2011 18:50
 

(aggiunge dettaglio su Russia in coda)

di Stefano Rebaudo ed Elisabetta Jucca

TORINO, 30 marzo (Reuters) - Fiat FIA.MI conferma l'obiettivo di salire al 51% di Chrysler quest'anno, acquistando il 16% prima del collocamento a Wall Street, ma non indica i tempi dell'Ipo, finora prevista a nella seconda metà del 2011.

E' quanto ha detto l'AD Sergio Marchionne nella conferenza stampa che ha seguito l'assemblea di bilancio.

"Tecnicamente, dopo che Chrysler ha rifinanziato il debito che ha con il Tesoro Usa, una volta esercitata la primary call option (per salire al 51%) l'Ipo può essere fatta in qualsiasi momento", ha detto Marchionne. "Dipenderà anche da Veba..." (organizzazione pensionistica dei lavoratori che attualmente detiene la maggioranza del capitale di Chrysler).

Per quanto riguarda la fusione con Chrysler, Marchionne ha detto che ad oggi "nulla è stato stabilito sui tempi".

Su Iveco e sulle voci di integrazione con la divisione mezzi pesanti di Daimler, smentiti dalla società, ha detto che il produttore di camion del gruppo Fiat Industrial FI.MI va molto bene, è leader a livello globale e "non c'è nessuna urgenza di un'integrazione con altri operatori del settore".

Sulle voci di un matrimonio con Daimler, che nelle scorse settimane ha ammesso le trattative affermando che non si è trovata intesa sul prezzo, ha parlato ancora una volta di "arroganza tedesca". Ha poi ribadito che non ha intenzione di cedere Alfa Romeo a Volkswagen (VOWG.DE: Quotazione).   Continua...