Sea,salgono ricavi e margini 2010,possibile impatto caro-energia

martedì 8 marzo 2011 13:05
 

MILANO, 8 marzo (Reuters) - Sea, la società che gestisce gli aeroporti milanesi, ha chiuso il 2010 con un utile netto di 63,1 milioni (+14,7%) e un Ebitda di 151 milioni (+6,8%).

I ricavi consolidati, si legge in un comunicato del gruppo guidato da Giuseppe Bonomi, si sono attestati a 633,7 milioni (+5,7%).

L'indebitamento finanziario netto è sceso del 4,7%, a 344,7 milioni.

Il traffico passeggeri nel 2010 è arrivato a quota 27 milioni (18,7 milioni a Malpensa, 8,3 milioni a Linate), con un incremento del 5,3%. Nel primo bimestre di quest'anno, il traffico passeggeri è cresciuto del 7,4% e quello merci del 9,5%.

Sea, recita la nota "sulla base delle stime Iata sull'ulteriore incremento del traffico aereo mondiale nel 2011, ritiene possibile un conseguente positivo andamento del traffico sugli scali gestiti, ove il contesto di riferimento non subisca significative modifiche". "Si segnala che la crisi in atto nei paesi nordafricani, con possibili ulteriori rialzi dei prezzi del petrolio, potrebbe incidere negativamente sul recupero delle economie internazionali, con effetti particolarmente rilevanti sulle attività dei vettori aerei e sulla capacità di gestione dei network esistenti".

Secondo diverse fonti, Sea è destinata ad approdare a Piazza Affari entro l'anno, forse addirittura entro l'estate. Le procedure per l'Ipo sono avviate, ma bisognerà attendere il via libera del Comune di Milano (a cui fa capo oltre l'84% del capitale di Sea) al bilancio, previsto entro il prossimo 15 marzo.