SINTESI - Fiat, venerdi' primo passo Chrysler verso mercato

martedì 1 marzo 2011 16:29
 

GINEVRA, 1 marzo (Reuters) - Chrysler ha fatto il primo passo verso i mercati finanziari con un filing alla Sec inviato venerdi' e il gruppo non puo' quindi fare commenti sul piano di rifinanziamento del debito finalizzato a ripagare il passivo con i governi Usa e canadese.

Lo ha detto Sergio Marchionne, l'AD Fiat FIA.MI e Chrysler al salone dell'auto di Ginevra.

L'AD ha ribadito che sarebbe ideale salire al 51% della societa' prima dell'Ipo che e' attesa entro il 2011.

Per raggiungere questo obiettivo e' necessario ripagare il debito con i governi Usa e canadese di circa 7 miliardi di dollari.

"Non possiamo dire nulla perchè venerdì abbiamo fatto un filing con la Sec", ha detto l'AD Fiat a margine del salone dell'auto di Ginevra, a una domanda sulle trattative per il rifinanziamento del debito. "Il filing è il primo passo per rientrare nei mercati finanziari americani".

In merito all'Ipo Chrysler, Marchionne ha aggiunto: "L'opzione (per acquistare un ulteriore 16% al fine di salire al 51%) scade quando Chrysler va in borsa. Fiat si e' pero' riservata un diritto di veto" sulla quotazione. "E' stato fatto per proteggere la l'organizzazione, la Fiat".

DOWNGRADE NON INFLUENZA CAPACITA' FINANZIAMENTO

Il gruppo non e' preoccupato per il downgrade di S&P, annunciato nei giorni scorsi, con l'agenzia che ha parlato di ulteriore rischio rating se Fiat salisse al 51% del gruppo Usa.   Continua...