PUNTO 1 - Ipo Philogen da 18/2 per sviluppo prodotti, visibilità

venerdì 4 febbraio 2011 15:34
 

(aggiunge dettagli da conferenza stampa)

MILANO, 4 febbraio (Reuters) - La società biotecnologica Philogen si appresta ad approdare a Piazza Affari il prossimo 18 febbraio, con l'intento di reperire risorse per lo sviluppo dei prodotti in pipeline e di avere visibilità internazionale.

E' quanto è emerso dalla conferenza stampa di presentazione dell'operazione cui hanno partecipato i vertici del gruppo.

L'Opvs di Philogen riguarda il 22,93% del capitale e prevede che soltanto il 10% sia riservato al retail. L'intervallo di prezzo indicativo è stato fissato a 4,75-6,10 euro per azione, per un valorizzazione del capitale economico che oscilla fra 170,9 e 219,5 milioni. L'offerta terminerà il prossimo 11 febbraio. Il debutto a Piazza Affari è previsto per il 18 febbraio.

Dopo l'offerta e l'eventuale esercizio della greenshoe, l'azionariato vedrà Nerbio al 49,88% (attualmente ha il 63,04%), Dompé Farmaceutici al 23,31% (29,45%), Bayer (BAYGn.DE: Quotazione) all'1,36% (1,72%), Matthias Winter allo 0,79% (1%), mentre il flottante sarà pari al 24,66%.

L'operazione prevede un aumento di capitale e la cessione di azioni proprie pari al 4,79%. Nessuno degli azionisti attuali vende titoli.

Gli azionisti Nerbio e Dompé sono vincolati da un lock-up di un anno, mentre Winter ha un lock-up di sei mesi. Winter, definito da Duccio Neri, co-fondatore e Ceo della società senese, "investitore strategico", ha rilevato l'1% del capitale prima del collocamento sulla base di una valorizzazione del gruppo di 150 milioni.

Dompé, invece, era entrato nel 2008 (quando Philogen aveva ricevuto il via libera delle autorità alla quotazione, salvo rinunciarvi a causa delle avverse condizioni dei mercati), sulla base di una valorizzazione di 130 milioni.   Continua...