PUNTO 1 - Fiat aperta su M&A, nessun impegno Ferrari

giovedì 27 gennaio 2011 17:27
 

(riscrive unendo dichiarazioni)

MILANO, 27 gennaio (Reuters) - Il gruppo Fiat FIA.MI FI.MI non vuole delimitare le possibilità in termini di m&a, ma raffredda gli entusiasmi sull'ipotesi di un'Ipo Ferrari su cui il mercato ha speculato negli ultimi mesi.

"Non possiamo delimitare le ipotesi in termini di m&a", ha detto l'AD Sergio Marchionne nella call per la presentazione dei risultati. "Penso che la cosa migliore sia rimanere aperti a tutte le ipotesi, a tutto quello che può portare benefici".

"Sulla storia Ferrari si è esagerato", ha aggiunto. "E' un marchio unico, di grande valore per il gruppo. Ma non abbiamo preso nessun impegno di cedere una quota".

Le attese erano per il collocamento in borsa di una quota minoritaria della casa di Maranello.

Per quanto riguarda la possibilità di un aumento della partecipazione in Chrysler al 51%, Marchionne ha detto che "prematuro" definire l'evento "prossimo".

L'AD a inizio gennaio ha detto che Fiat sta lavorando all'ipotesi di salire al 15% di Chrysler già nel 2011.

Qualche giorno dopo, al salone di Detroit, ha detto che la priorità è trovare finanziamenti per ripagare il debito con i governi Usa e canadese che ammonta a quasi 7 miliardi di dollari. L'operazione è la condizione perchè Fiat possa superare il 50% del capitale della casa automobilistica statunitense.   Continua...