PUNTO 1-Ipo Chrysler in sem2 2011,Ferrari non in vendita-AD Fiat

mercoledì 17 novembre 2010 09:09
 

(aggiunge dettagli)

LOS ANGELES, 17 novembre (Reuters) - Il successo dell'Ipo di General Motors, che rappresenta potenzialmente la maggiore offerta di sempre negli Usa, pone buone basi anche per la quotazione di Chrysler, che resta confermata per il secondo semestre del 2011.

Lo ha detto a Reuters l'AD di Fiat FIA.MI Sergio Marchionne.

"Ci darà le coordinate di quello che questo mercato vorrebbe in termini di aspettative sul prezzo", ha detto, in una breve intervista a margine dell'inaugurazione del nuovo showroom Chrysler nel centro di Los Angeles. "Ci darà un grande, grande precedente per l'Ipo di Chrysler. Sono soddisfatto, non avrebbe potuto andare meglio".

Chrysler è stata salvata dalla liquidazione nel 2009 con un fallimento pilotato dal governo che ha dato la maggioranza ad un trust affiliato al sindacato, affidando il management a Fiat. Come condizione per il salvataggio pubblico, la casa automobilistica ha dovuto assumere prestiti a tassi molto svantaggiosi, intorno al 12%.

Marchionne ha aggiunto che Chrysler, di cui Fiat per ora detiene il 20%, è in colloqui "preliminari ed esplorativi" con un certo numero di istituzioni finanziarie per rifinanziare questo debito a tassi più convenienti.

"Dovremmo avere un'idea chiara entro il primo semestre. Probabilmente lo implementeremo nella seconda metà del 2011", ha detto. "Vogliamo una struttura patrimoniale permanente il prima possibile".

Infine il manager ha confermato che Ferrari non è in vendita e che il suo valore va "al di là del prezzo".