PUNTO 1 - Ipo, Vita ha presentato domanda quotazione all'Aim

giovedì 23 settembre 2010 15:52
 

(aggiunge data pervista di ammissione)

MILANO, 23 settembre (Reuters) - La società editoriale Vita, gruppo che svolge in prevalenza attività editoriale nel terzo settore, ha presentato oggi la comunicazione di pre-ammissione alle negoziazioni sul mercato Aim della Borsa di Milano, informa una nota.

Un successivo avviso di borsa comunica che la data prevista di ammissione è l'11 ottobre.

Il Nomad della società è UGF Merchant, che ricopre anche il ruolo di Global Coordinator dell'offerta. Banca Finnat Euramerica agirà come specialist.

EnVent è l'advisor finanziario, lo Studio Pedersoli e Associati agisce come consulente legale, BDO è la società di revisione e Aliberti Governance Advisors e Transearch Italia come consulenti per la corporate governance.

Come annunciato in un'intervista a Reuters a metà luglio, l'intenzione del gruppo, il cui 50,2% del capitale è in mano a enti no profit, è di collocare una percentuale tra il 30 e il 40%, raccogliendo circa 4 milioni di euro.

Si tratta della prima quotazione di una società che per statuto non distribuisce dividendi in quanto gli utili vengono sempre reinvestiti a favore della crescita.

La società, nata nel 1994 e di cui è presidente Riccardo Bonaccina e AD Paolo Migliavacca, al momento ha un fatturato che per i due terzi è rappresentato dalle attività editoriali e per un terzo dalla consulenza. Esiste anche un'attività nel web nata a fine dicembre scorso.

Lo scorso anno il giro d'affari è stato di circa 3,5 milioni, con una stima per il 2010 di superare i 4 milioni. Lo scorso esercizio si è chiuso con una perdita di 60.000 euro e un Ebitda pari all'8% del ricavi. Il piano industriale al 2012 prevede un margine di Ebitda al 18% con un ridimensionamento della parte editoriale, al 50% dei ricavi, grazie alla marcata crescita della consulenza e del web.