27 agosto 2010 / 16:12 / 7 anni fa

PUNTO 1 - Intesa SP centra attese trim2, conferma Ipo Fideuram

(riscrive con dettagli da nota e da conference call)

MILANO, 27 agosto (Reuters) - Intesa Sanpaolo (ISP.MI) centra le attese nel secondo trimestre con un utile di poco superiore a 1 miliardo, di fatto in linea con i 991 milioni pronosticati dagli analisti sentiti da Reuters.

Il dato beneficia della plusvalenza di 648 milioni derivante dalla cessione a State Street (STT.N) delle securities services, mentre "normalizzato", cioè al netto delle componenti non ricorrenti, sarebbe di 501 milioni di euro, in calo dai 644 di un anno prima.

"Siamo soddisfatti ma ovviamente non siamo felici. Lo saremo quando torneremo ai risultati che ben conoscete", ha detto l'AD Corrado Passera nella conference call sulla trimestrale.

Per il 2010 l'attesa è di un utile in miglioramento rispetto al 2009 (2,6 miliardi a livello normalizzato), anche senza bisogno di altre plusvalenze oltre a quelle già previste, ha aggiunto il banchiere che ha annunciato la presentazione del nuovo business plan al 2013 per la prossima primavera.

Il titolo, dopo il +4% di ieri, ha reagito negativamente e ha chiuso a -1,95%, pur risalendo nell'ultima parte della seduta dai minimi toccati in area --4%. Lo stoxx europeo dei bancari .SX7P ha guadagnato lo 0,38%.

Un trader parla di "grande peso delle poste straordinarie" ma anche di "risultati della Banca dei Territori molto deboli".

"La criticità è il mercato - ha detto a questo proposito Passera - sono tuttavia molto contento per i risultati che questa divisione sta raggiungendo nonostante i minimi storici dei rendimenti di mercato".

SU PROVENTI OPERATIVI PESA TRADING, CORE TIER I AL 7,7

Sul fronte dei ricavi gli interessi netti si sono attestati a 2,456 miliardi con un progresso del 2% sul trimestre precedente grazie alla ripresa degli impieghi e dei tassi euribor. Rispetto a un anno prima il calo è del 10,9%.

I proventi operativi netti sono poco superiori ai 4 miliardi, in calo del 5% sul trimestre precedente e del 14% rispetto a un anno prima, frutto di un risultato dell'attività di trading negativo per 3 milioni e di commissioni in crescita del 7,9% a 1,040 miliardi.

Il risultato della gestione operativa è di 1,718 miliardi in calo del 26,8% rispetto a un anno prima con oneri operativi in crescita del 2,1% a 2,294 miliardi, progresso "di natura stagionale", dice la nota.

Nel periodo sono state effettuate rettifiche di valore nette e accantonamenti per 934 milioni di euro, di cui 798 milioni sono relativi a rettifiche su crediti. Il costo del cattivo credito (che rappresenta il rapporto tra le rettifiche nette su crediti e i crediti stessi) è sceso a 83 punti base dai 94 di un anno prima. Nel periodo si osserva inoltre "una piccola crescita della domanda di credito", ha spiegato Passera.

Per ciò che riguarda l'esposizione a rischi sovrani, a fine giugno nel portafoglio di proprietà vi erano titoli governativi greci per 651 milioni, spagnoli per 530 milioni, irlandesi per 195 milioni e portoghesi per 59 milioni. I titoli governativi italiani sono pari a 58,108 miliardi.

RATIO PATRIMONIALI ADEGUATI, RESTA IMPEGNO IPO FIDEURAM

Gli indicatori patrimoniali registrato un Core Tier I al 7,7% dal 7,1% di fine 2009 e un Tier I all'8,9% dall'8,4%.

"Per una banca con un profilo di rischio basso come il nostro riteniamo sia un livello molto buono", ha detto Passera.

Peraltro tenendo conto di alcune operazioni di capital management in corso di finalizzazione, di quelle pianificate su asset non strategici e di quelle attivabili in caso di necessità si arriva a un Core Tier I pro forma superiore al 9,4% e a un Tier I sopra il 10,6%.

Proprio perché i livelli di patrimonializzazione sono adeguati, non c'è alcuna pressione su Fideuram per cui Passera ha confermato l'impegno per l'Ipo nei prossimi trimestri.

Il banchiere ha poi ribadito l'interesse per eventuali acquisizioni nei paesi dell'area Cee e in quelli ritenuti d'interesse "ma nulla è in agenda".

Infine su Eurizon Capital ha escluso la possibilità di "operazioni esterne" con altre società.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below