Cina, Everbright fissa prezzo Ipo a massimo intervallo - fonti

mercoledì 11 agosto 2010 12:51
 

SHANGHAI, 11 agosto (Reuters) - Il prezzo dell'Ipo dell'istituto di credito cinese Everbright Bank alla borsa di Shanghai è stato fissato nella parte più alta dell'intervallo indicato in precedenza, decisione che valorizza l'operazione intorno ai 3,2 miliardi di dollari, secondo due diverse fonti.

Il Wall Street Journal, citando una persona vicina all'operazione, scriveva stamane che la banca prezzerà il titolo a 3,10 yuan (circa 0,46 dollari) avendo riscontrato una forte domanda da parte degli investitori. Una fonte bancaria a conoscenza dei dettagli dell'Ipo ha detto a Reuters che il prezzo è stato fissato sul limite superiore della forchetta 2,85-3,10 yuan.

Un portavoce di Everbright non ha voluto commentare.

"La nostra valutazione della banca è a circa 1,7-1,9 volte il book value, che si traduce in un prezzo di 3,20-3,60 yuan per azione", ha detto Guo Min, analyst di Shanghai Securities. "Con un valore per l'Ipo fissato a 3,10 yuan per azione è ragionevole prevedere margini di rialzo".

La parte dell'Ipo Everbright rivolta agli investitori istituzionali ha ricevuto richieste pari a 17 volte l'offerta, mentre la domanda degli investitori strategici vale quasi 7 volte l'offerta. L'esordio è in programma per il 18 agosto.

BANCHE CINESI: OSSERVATORI INTERESSATI

Un'accoglienza calorosa per l'offerta di Everbright sarebbe un buon segnale per le altre banche cinesi che si apprestano a chiedere ai mercati miliardi di dollari di liquidità nei prossimi mesi per puntellare i bilanci minati dalla grandinata di credito concesso lo scorso anno.

Pezzi grossi del credito nazionale, come Bank of China (601988.SS: Quotazione)(3988.HK: Quotazione), China Construction Bank (0939.HK: Quotazione)(601939.SS: Quotazione) e Industrial and Commercial Bank of China (1398.HK: Quotazione)(601398.SS: Quotazione), si sono già fatte avanti per chiedere nuovi fondi ai mercati.   Continua...