August 11, 2010 / 10:52 AM / 7 years ago

Cina, Everbright fissa prezzo Ipo a massimo intervallo - fonti

4 IN. DI LETTURA

SHANGHAI, 11 agosto (Reuters) - Il prezzo dell'Ipo dell'istituto di credito cinese Everbright Bank alla borsa di Shanghai è stato fissato nella parte più alta dell'intervallo indicato in precedenza, decisione che valorizza l'operazione intorno ai 3,2 miliardi di dollari, secondo due diverse fonti.

Il Wall Street Journal, citando una persona vicina all'operazione, scriveva stamane che la banca prezzerà il titolo a 3,10 yuan (circa 0,46 dollari) avendo riscontrato una forte domanda da parte degli investitori. Una fonte bancaria a conoscenza dei dettagli dell'Ipo ha detto a Reuters che il prezzo è stato fissato sul limite superiore della forchetta 2,85-3,10 yuan.

Un portavoce di Everbright non ha voluto commentare.

"La nostra valutazione della banca è a circa 1,7-1,9 volte il book value, che si traduce in un prezzo di 3,20-3,60 yuan per azione", ha detto Guo Min, analyst di Shanghai Securities. "Con un valore per l'Ipo fissato a 3,10 yuan per azione è ragionevole prevedere margini di rialzo".

La parte dell'Ipo Everbright rivolta agli investitori istituzionali ha ricevuto richieste pari a 17 volte l'offerta, mentre la domanda degli investitori strategici vale quasi 7 volte l'offerta. L'esordio è in programma per il 18 agosto.

Banche Cinesi: Osservatori Interessati

Un'accoglienza calorosa per l'offerta di Everbright sarebbe un buon segnale per le altre banche cinesi che si apprestano a chiedere ai mercati miliardi di dollari di liquidità nei prossimi mesi per puntellare i bilanci minati dalla grandinata di credito concesso lo scorso anno.

Pezzi grossi del credito nazionale, come Bank of China (601988.SS)(3988.HK), China Construction Bank (0939.HK)(601939.SS) e Industrial and Commercial Bank of China (1398.HK)(601398.SS), si sono già fatte avanti per chiedere nuovi fondi ai mercati.

L'eventuale successo dell'Ipo di Everbright, undicesima banca cinese, potrebbe incoraggiare anche le rivali più piccole che cercano liquidità per accelerare le riorganizzazioni necessarie a ottenere l'approvazione per la propria quotazione. Diverse banche regionali, tra cui la Bank of Shanghai e la Guangdong Development Bank, partecipata da Citigroup (C.N), intendono chiedere l'ammissione alla quotazione quest'anno.

A gettare incertezza sul comparto è la politica, a cominciare dall'autorità di settore che ieri ha ordinato di riportare all'interno dei bilanci i crediti verso le società fiduciarie, in ottica di contenimento del rischio sistemico.

"Anche se la decisione avrà un impatto limitato sugli utili e la solidità del capitale, potrebbe deprimere l'umore dei mercati", commentano Mao Junhua e Luo Jing, analisti di China International Capital, attraverso uno studio pubblicato stamattina.

Ipo, Anno Record

L'Ipo di Everbright sarebbe la seconda per dimensioni nel 2010 in Cina, dove le nuove quotazioni hanno toccato il record di 29,2 miliardi di dollari nei primi sei mesi dell'anno. L'Ipo più grossa resta quella dell'Agricultural Bank of China con oltre 20 miliardi di dollari raccolti tra Shanghai e Hong Kong lo scorso mese.

Controllata da Central Huijin, la divisione di investment banking del fondo sovrano nazionale da 300 miliardi di dollari, Everbright Bank ha fatto sapere di non avere progetti per una quotazione a Hong Kong, che è la strada spesso scelta dai gruppi cinesi per acquisire un profilo più spiccatamente internazionale e raggiungere una base di azionisti più diversificata.

Lunedì la banca ha invece lasciato intendere che dopo l'Ipo a Shanghai potrebbe rivolgersi al mercato del debito, in modo da soddifare le esigenze di liquidità per i prossimi due anni.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below