PUNTO 1 - Ipo Usa, per auto elettriche Tesla esordio in rialzo

martedì 29 giugno 2010 17:57
 

(Aggiunge dettagli)

NEW YORK, 29 giugno (Reuters) - Esordio in rialzo a due cifre al Nasdaq per Tesla Motors (TSLA.O: Quotazione), portabandiera dell'auto elettrica in Usa, che segna il ritorno in borsa di una casa automobilistica dopo 54 anni (Ford F.M, prima di lei, fu matricola nel 1956).

Il titolo della casa, con azioni prezzate a 17 dollari dopo che l'offerta al collocamento è stata ampliata del 20% e il range originale 14-16 dollari è stato forato, tratta alle 17,52 italiane in rialzo del 6% circa a 18 dollari ma in apertura saliva del 12% a 19, in un mercato tutto negativo.

La Ipo vale alla società circa 226 milioni.

Tesla non prevede di chiudere un bilancio in nero fino almeno il 2012, ma il fondatore e Ceo della società, Elon Musk, ha spiegato a Reuters che la società potrebbe essere in utile se continuasse a concentrarsi sulle sue auto sportive, mentre il suo obiettivo è costruire una vettura elettrica per il mercato dei pendolari.

La casa di Palo Alto è diventata famosa per il suo Roadster, che costa 109.000 dollari, per il quale ci potrebbero essere problemi di produzione dopo il 2011, ma non prevede di lanciare la sua nuova berlina elettrica Model S prima del 2012.

Nonostante lo scetticismo degli analisti, il tema ecologico sembra essere piaciuto agli investitori cui Musk, negli incontri del roadshow, aveva spiegato che Tesla è una scommessa tecnologica più che sul settore automobilistico. "Per il modo in cui operiamo, come società siamo più vicini ad Apple o Google più che a GM o Ford" ha spiegato.

Tesla punta a costruire più auto basate sul Model S, inclusi un minivan, un SUV e una vettura per il mercato di massa.

Tesla ha collocato circa il 14% del capitale, esclusa la possibile greenshoe, e al prezzo di Ipo è valorizzata quasi 1,6 miliardi.