Fondi, Ipo Jupiter già coperta in range 160-70 p/azione - fonte

martedì 15 giugno 2010 11:57
 

LONDRA, 15 giugno 15 (Reuters) - Il collocamento in borsa del gruppo di risparmio gestito Jupiter risulta già coperto interamente a quota 160-70 pence per azione. Lo dice una fonte vicina al dossier a poche ore dalla chiusura dei book, attesa alle 15 italiane.

Il range citato è nella parte bassa della forchetta di prezzo proposta, che si estende tra 150 e 210p e valuta il gruppo tra 718 e 868 milioni di sterline.

Oltre tre quarti degli ordini dovrebbero essere coperti da istituzionali britannici investitori di lungo termine, prosegue la fonte, secondo la quale in totale la raccolta della Ipo non arriverà a 300 milioni di sterline (il massimo ipotizzato era a 380 milioni.

Nel collocamento, che include un aumento di capitale, gli azionisti TA Associates - originario acquirente del gruppo da Commerzbank, che incassò 740 milioni - e Alpinvest partners vendono fino a 27,1 milioni di azioni, mentre management e dipendenti cedono tra 24,2 e 44 milioni di titoli.

Una curiosità è il nome dell'AD Jupiter, che si chiama Edward Bonham Carter ed è fratello della nota attrice Helena. Jupiter gestisce oltre 21 miliardi di sterline di asset, in gran parte in fondi tradizionali long-only.