Cina, Ipo di AgBank punta a raccolta 23 mld dlr, record mondiale

lunedì 14 giugno 2010 10:56
 

HONG KONG, 14 giugno (Reuters) - La Agricultural Bank of China [ABC.UL] intende raccogliere oltre 23 miliardi di dollari attraverso la propria quotazione sulle piazze di Hong Kong e Shanghai, dicono documenti visti da Reuters stamattina, candidandosi al ruolo di protagonista della più ingente Ipo a livello globale.

L'offerta pubblica iniziale di AgBank era stata inizialmente valutata nell'ordine dei 30 miliardi di dollari, ma la stima si è ridotta in seguito al calo dell'azionario cinese di oltre un quinto del proprio valore quest'anno, fatto che si aggiunge al nervosismo delle piazze dell'equity mondiale in seguito alla crisi dell'euro.

320 MILIONI DI CLIENTI

Fondata da Mao Zedong negli anni Cinquanta come braccio agricolo della Banca centrale, AgBank oggi è la terza banca cinese, con circa 1.400 miliardi di dollari di attivo e 320 milioni di clienti, più della popolazione degli Stati Uniti. Le oltre 24.000 filiali e i 441.000 dipendenti superano Industrial and Commercial Bank of China (1398.HK: Quotazione) e China Construction Bank (0939.HK: Quotazione), le due più grandi banche al mondo per capitalizzazione di mercato.

La tranche dell'Ipo di AgBank relativa a Hong Kong, in programma il 16 luglio, dovrebbe raccogliere circa 14,4 miliardi di dollari di cui il 95% destinato a investitori istituzionali. La cifra include l'accantonamento del 15% per l'opzione di overallotment, dicono i documenti visti da Reuters che stimano la quota dell'ex protettorato britannco al 53% dell'Ipo complessiva. L'ammontare totale a cui punta AgBank, inclusa l'offerta di Shanghai e la greenshoe arriva dunque a 27,2 miliardi di dollari, in base al prospetto.

I mercati dell'equity valutano però le Ipo in base all'offerta effettiva. A oggi il record per l'Ipo più grossa appartiene ai 22 miliardi di dollari raccolti da Icbc nel 2006.

DUBBI SU QUALITA' CREDITI   Continua...