IPO, avanti con iter Moby,occhio a mercati, poi Preziosi-Sposito

giovedì 3 giugno 2010 16:28
 

MILANO, 3 giugno (Reuters) - Gli azionisti di Moby vanno avanti con l'iter per la quotazione a Piazza Affari, ma seguono con attenzione l'evoluzione dei mercati.

Lo ha detto Claudio Sposito, amministratore delegato di Clessidra, a cui fa capo il 32% del capitale della società dei traghetti.

"Siamo pronti", ha spiegato Sposito, parlando a margine del convengo 'Are banks enough', organizzato dal Carefin Bocconi. "Stiamo seguendo con attenzione i mercati, spero ci siano miglioramenti. Comunque", ha ribadito il manager dell'operatore di private equity, "l'azienda è pronta. In questi casi bisogna essere un po' opportunistici".

Interpellato sulla tempistica dell'Ipo di Moby, Sposito ha parlato di "prima o dopo l'estate".

Moby ha depositato la richesta di ammissione al segmento Star di Borsa Italiana il 16 aprile scorso. Una fonte vicina all'operazione ha spiegato che l'Opvs riguarderà il 35% del capitale.

Sposito ha confermato che anche gli azionisti di Giochi Preziosi sono determinati a portare il gruppo dei Gormiti a Piazza Affari. Clessidra è presente nel capitale di Giochi Preziosi attraverso il veicolo Lauro Ventidue (che controlla il 38% della società dei giocattoli), di cui detiene il 57,58% del capitale.

"Ci stiamo preparando", ha spiegato Sposito. "E' appena partito l'iter. (L'Ipo) sarà un po' più avanti (rispetto a quella di Moby).