Groupama pensa a Ipo prima di grossa acquisizione

mercoledì 17 febbraio 2010 14:37
 

PARIGI, 17 febbraio (Reuters) - La società francese di mutua assicurazione Groupama ha manifestato l'intenzione di quotarsi sul mercato azionario prima di procedere a un'importante acquisizione, indicando al tempo stesso di non aver ancora stabilito date, né conferito alcun mandato alle banche per realizzare l'operazione.

Da diversi anni il gruppo, che partecipa al 4,9% nel capitale di Mediobanca (MDBI.MI: Quotazione), aveva indicato un ordine di priorità inverso, dando la precedenza a un'operazione di crescita esterna "trasformatrice" rispetto all'ingresso in borsa.

Una posizione rivista lo scorso dicembre per tenere conto della difficoltà di accesso al credito bancario, ha spiegato stamane il direttore generale Jean Azéma a margine della presentazione di risultati 2009 che il manager ha definito buoni in termini di fatturato, utile netto e solvibilità.

L'inversione delle priorità tra acquisizione e quotazione era stata preannunciata l'11 febbraio dal sito web Wansquare e confermata a Reuters da una fonte vicina alla società.

Tra le altre partecipazioni di Groupama ci sono Société Générale (SOGN.PA: Quotazione), Veolia (VIE.PA: Quotazione), Lagardère (LAGA.PA: Quotazione), Cegid (CEGI.PA: Quotazione), Eiffage (FOUG.PA: Quotazione), Bolloré (BOLL.PA: Quotazione) e Saint-Gobain (SGOB.PA: Quotazione).