Banca Sistema debutta in forte rialzo, AD conferma interesse per M&A

giovedì 2 luglio 2015 11:28
 

MILANO, 2 luglio (Reuters) - Debutto sullo Star in deciso rialzo per Banca Sistema, dopo aver prezzato l'Ipo nella parte bassa della forchetta anche a causa delle turbolenze registrate dai mercati nell'ultimo giorno dell'offerta.

Intorno alle 11,15 il titolo guadagna il 6,67% a 4 euro.

L'amministratore delegato e azionista Gianluca Garbi si è detto soddisfatto dell'esito dell'offerta, considerata anche la situazione dei mercati finanziari a seguito dell'annuncio del referendum greco, e ha spiegato di non essere preoccupato per l'attività della banca in questo contesto.

L'AD ha ribadito l'intenzione di crescere non solo per linee interne ma anche attraverso acquisizioni, magari cogliendo le opportunità derivanti dal processo di consolidamento del settore bancario.

"Guardiamo a possibili acquisizioni nel nostro campo di attività" ha spiegato a margine della cerimonia di quotazione, citando l'eventuale dismissione di attività nel factoring da parte di altri istituti che potrebbero derivare dal consolidamento del comparto.

L'AD ha confermato che non è stata ancora decisa una politica dei dividendi, ma ha ricordato che la banca ha sempre remunerato gli azionisti.

Banca Sistema ha registrato una domanda di azioni più che doppia rispetto all'offerta: secondo una nota diffusa ieri sera sono state chieste circa 91 milioni di azioni, a fronte di un'offerta complessiva (inclusa la greenshoe) di 42,88 milioni. La grande maggioranza delle azioni sono state collocate a investitori istituzionali, oltre il 90% previsto inizialmente dal prospetto.

Nell'ambito del collocamento istituzionale l'87,6% della domanda è arrivata da istituzionali esteri. Durante la cerimonia di quotazione Garbi ha sottolineato che circa il 44% degli investitori sono britannici, seguiti dagli Stati Uniti, dai paesi scandinavi e Svizzera, e dalla Germania.

Venerdì la forchetta di prezzo dell'Ipo di Banca Sistema era stata ristretta a 3,75-3,9 euro, nella parte bassa del range iniziale (3,5-4,35 euro). Le turbolenze sui mercati che si sono viste lunedì - ultimo giorno dell'Ipo - a seguito dell'annuncio del referendum greco hanno poi influito negativamente sulla formazione del prezzo, fissato a 3,75 euro, spiega una fonte vicina alla situazione.   Continua...