Fedrigoni vicina ad acquisizione aziende medie dimensioni all'estero

venerdì 20 marzo 2015 16:02
 

MILANO, 20 marzo (Reuters) - Fedrigoni, dopo aver archiviato il 2014 con ricavi e utile netto in crescita, potrebbe a breve realizzare una o più acquisizioni di aziende di medie dimensioni all'estero.

"Stiamo accelerando il percorso di crescita e di espansione sui mercati internazionali, dove già oggi realizziamo circa il 64% del nostro fatturato e dove contiamo di ampliare ulteriormente la presenza attraverso operazioni di acquisizione, in particolare nei paesi americani e nel Nord Europa", spiega in una nota l'AD Claudio Alfonsi. "Siamo in fase avanzata di analisi alcuni dossier di aziende di medie dimensioni, nei settori della carte grafiche e carte e supporti speciali", aggiunge.

Lo scorso autunno l'azienda aveva tentato di quotarsi, ma ha dovuto ritirare l'Ipo a causa delle cattive condizioni dei mercati.

"Ora la società è concentrata sul processo di acquisizioni", spiega una fonte vicina alla situazione, sottolineando che i primi risultati potrebbero arrivare a breve. "L'Ipo resta una possibilità, una decisione a proposito sarà presa nei prossimi mesi".

Fedrigoni ha archiviato il 2014 con ricavi in crescita del 7,9% a 873 milioni, Ebitda in aumento del 31,3% a 114,6 milioni di euro e utile netto in rialzo del 73,1% a 53,5 milioni.

L'indebitamento finanziario netto a fine dicembre era pari a 72,7 milioni, quasi dimezzato rispetto a un anno prima.

"Nel complesso, è ragionevole prevedere che anche nel 2015 il gruppo saprà ottenere risultati positivi sia sul fronte delle vendite e dei ricavi sia su quello dei risultati economici e finanziari", conclude la nota.

(Elisa Anzolin)   Continua...