9 ottobre 2014 / 16:08 / 3 anni fa

Ipo europee in difficoltà, diminuisce l'appetito degli investitori

9 ottobre (Reuters) - Il venir meno dell‘appetito degli investitori per le Ipo europee ha costretto la francese Spie a ritirare la propria offerta, sta mettendo a dura prova l‘italiana Intercos e ha suggerito a due società tedesche il rinvio delle offerte.

La prospettiva di un innalzamento dei tassi di interesse negli Stati Uniti e il peggioramento delle prospettive di crescita della Germania sono tra le ragioni alla base delle vendite sui mercati azionari europei, che hanno colpito duramente i titoli delle matricole e frenato la domanda per le nuove quotazioni.

Spie, società francese d‘ingegneria elettrica, ha ritirato l‘offerta di azioni, per un massimo di 1,2 milioni di euro - che sarebbe stata la maggior quotazione sul mercato francese da prima della crisi finanziaria - nel giorno di chiusura dei libri.

A poche ore dal termine per la raccolta degli ordini, l‘Ipo di Intercos non era ancora stata completamente coperta, anche se la domanda superava i tre quarti dell‘ammontare. Il prezzo atteso era al minimo della forchetta indicativa.

Due giorni fa Italiaonline, società che fa capo al magnate egiziano Naguib Sawiris e che riunisce i portali Libero e Virgilio, ha ritirato l‘offerta.

In Germania inoltre la società immobiliare TLG Immobilien e quella specializzata nella realizzazione di piattaforme online Scout24 hanno deciso di rinviare i progetti di quotazione.

Anche in Spagna l‘Ipo dell‘operatore aeroportuale Aena sta registrando delle difficoltà, dal momento che sono risultati meno del previsto gli investitori potenziali disposti a entrare come nucleo stabile di soci nell‘azionariato, prima del processo di quotazione vero e proprio.

Il deludente esordio di alcune società europee, approdate recentemente sui listini azionari, come nel caso della tedesca Rocket Internet, hanno reso ancora più cauti gli investitori, spiegano alcune fonti. Rocket e il negozio di abbigliamento online Zalando hanno già perso oltre un quinto del proprio valore dopo la quotazione.

“Gli investitori devono focalizzarsi sul proprio portafoglio core nei momenti in cui l‘azionario è in discesa, il che significa che il tempo per guardare le nuove emissioni è minore”, spiega un banker.

“A questo bisogna aggiungere la deludente performance di Zalando e di Rocket Internet e la fiducia sui mercati che tentenna. Le Ipo di alta qualità riusciranno ma gli investitori hanno bisogno di reale convinzione per comprare una società con questi mercati. Questo significa che le storie più marginali incontreranno difficoltà”.

IL MERCATO E’ DI CHI COMPRA

L‘ammontare raccolto attraverso le Ipo in Europa nei primi mesi di quest‘anno è quadruplicato rispetto allo stesso periodo del 2013, raggiungendo un totale di 55,5 miliardi di euro. L‘entusiasmo si è tuttavia raffreddato nelle ultime settimane, a causa delle condizioni di mercato.

Spie, che ha citato le “condizioni di mercato volatili” alla base del ritiro della propria offerta, ha detto che la raccolta è stata rinviata, senza però specificare una data.

L‘azionario francese ha registrato forti perdite da inizio settembre, con l‘indice CAC 40 sceso del 7% circa in cinque settimane. Le difficoltà incontrate da Spie potrebbero avere un impatto anche sui progetti di quotazione di Elis.

Per quanto riguarda l‘Italia, si aspetta di conoscere il destino dell‘Ipo di Intercos.

“Questo è un mercato per chi compra, non per chi vende. Perché dovrei comprare un titolo con poca visibilità quando ci sono un sacco di titoli lì fuori con una storia di successo collaudata?”, commenta Roberto Lottici, fund manager at Ifigest.

“Le condizioni di mercato sono quelle che sono. E non è positivo che si sovrappongano così tante ipo, perchè poi non c‘è tempo per guardarle tutte”, spiega un altro gestore, sottolineando che l‘interesse degli investitori esteri sta venendo un po’ meno. Il FTSE MIB ha perso l‘8% circa nelle ultime tre settimane.

In Germania, l‘indice delle bluechip DAX ha perso oltre il 10% nello stesso periodo.

TLG Immobilien e Scout24 hanno rinviaot le Ipo di diversi giorni, spiegano alcune fonti. E se le condizioni di mercato non si stabilizzeranno, potrebbero essere ulteriormente rinviate o addirittura cancellate.

TLG Immobilien doveva pubblicare il proprio prospetto informativo oggi, ma ora punta a farlo all‘inizio della prossima settimana, spiegano tre fonti.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below