Rottapharm, in vista Ipo cede asset a controllante, ridurrà debito lordo

giovedì 8 maggio 2014 14:40
 

MILANO, 8 maggio (Reuters) - Rottapharm si prepara all'Ipo annunciando la riduzione del debito lordo, grazie al futuro rientro dei crediti nei confronti della controllante, e cedendo alla stessa famglia Rovati la partecipazione indiretta in Pirelli a titolo di distribuzione delle riserve.

E' quanto emerge da una nota dell'azienda farmaceutica, che nei prossimi mesi dovrebbe sbarcare a Piazza Affari puntando a una capitalizzazione tra 1,9 e 2,2 miliardi.

Dopo le operazioni annunciate oggi la società dovrebbe essere più appetibile per il mercato, con una struttura societaria concentrata sul core business e lo scioglimento dei rapporti di finanziamento infragruppo.

Lo scorso 29 aprile la Fidim della famiglia Rovati, socio unico e azionista venditore nell'Ipo, si è impegnata 'irrevocabilmente' a utilizzare parte dei proventi dell'Opv per ripagare il debito proprio e delle sue controllate Madaus Gmbh e Rottapharm Ltd nei confronti della società per un totale di 253,6 milioni di linea capitale, oltre agli interessi, contestualmente all'avvio delle negoziazioni ni Borsa.

Conseguentemente la società rimborserà anticipatamente i contratti di finanziamento bancari per 169 milioni, riducendo così l'indebitamento finanziario lordo del gruppo, che al 31 dicembre risultava pari a 609 milioni di euro, dei quali 395 relativi a un bond e 189 a finanziamenti bancari. Alla stessa data la posizione finanziaria netta era negativa per 247 milioni.

In vista dell'Ipo, la società ha inoltre effettuato una serie di operazioni infragruppo.

Il 28 aprile scorso l'assemblea di Rottapharm ha deliberato "la distribuzione in natura" alla controllante Fidim della partecipazione del 25% detenuta in Marco Tronchetti Co. Spa e di quella dello 0,35% in Nuove Partecipazioni, entrambe società a monte della catena di controllo di Pirelli, come "distribuzione delle riserve disponibili". Alle due società è stato attribuito un valore di mercato di 39,6 milioni e 1,4 milioni rispettivamente.

L'assemblea di Rottapharm ha inoltre ceduto, sempre a titolo di distribuzione delle riserve, anche Rottapharm Biotech, che contiene le attività di ricerca e sviluppo, a Fidim sulla"base di un valore di mercato di 8,9 milioni".

Infine Rottapharm ha stipulato un contratto preliminare con Fidim per la vendita a quest'ultima del 47,86 di RRL Immobiliare per 15,3 milioni di euro.   Continua...