Ipo, Triboo Media quoterà circa 40% capitale, su Aim il 7 marzo

lunedì 24 febbraio 2014 14:16
 

MILANO, 24 febbraio (Reuters) - Triboo Media, società specializzata nella pubblicità online, punta ad approdare sull'Aim di Borsa Italiana il prossimo 7 marzo con un flottante intorno al 40%, a seguito di un'offerta per il 90% in aumento di capitale che le dovrebbe permettere di raccogliere una ventina di milioni da utilizzare soprattutto per crescere per linee esterne.

E' quanto emerso dalla presentazione che il management della società ha tenuto oggi a Milano, in concomitanza con l'avvio del roadshow che nelle prossime settimane porterà la società in diverse capitali europee.

L'offerta, riservata a investitori qualificati in Italia e istituzionali all'estero, ha per oggetto fino a 6 milioni di azioni, 5,4 milioni di nuova emissione e 0,6 milioni poste in vendita dagli azionisti. Il flottante previsto sarà quindi pari al 37,7% del capitale, ma potrebbe salire al 43,4% se sarà interamente esercitata la greenshoe pari al 15% dell'offerta.

Uno studio elaborato da Banca Imi, che è anche il Nomad, valuta la società tra i 40 e i 50,1 milioni pre-aumento.

Durante la presentazione ai giornalisti si è parlato di 20 milioni come obiettivo di massima per la raccolta.

"Le risorse aggiuntive saranno principalmete destinate alla crescita per linee esterne", si legge in una nota.

A questo proposito, durante l'incontro di oggi, il management ha sottolineato che sono stati già individuati dei possibili obiettivi e ha aggiunto che potrebbe trattarsi indicativamente di due o tre acquisizioni, con un target che potrebbe ricalcare quello di un precedente tentativo di acquisizione di un'impresa tedesca nell'ordine di 7,5 milioni.

"Nel caso di operazioni all'estero ci potrebbero essere anche degli scambi carta contro carta", ha spiegato il presidente Giulio Corno, sottolineando che si guarda soprattutto ai mercati europei tradizionali, non agli Stati Uniti.

La società specializzata nella pubblicità online, che tra i suoi asset ha anche il portale Leonardo.it, nel 2012 ha realizzato un fatturato di 19,3 milioni. Nei primi nove mesi del 2013 il fatturato è stato pari a 15,8 milioni con un Ebitda di 2,7 milioni (17% sui ricavi).   Continua...