Yamamay punta a Ipo in 2015 per crescere a livello internazionale

martedì 19 febbraio 2013 16:23
 

MILANO, 19 febbraio (Reuters) - Pianoforte Holding, il gruppo a cui fanno capo i marchi Yamamay, Carpisa e Jaked, partecipato da Intesa Sanpaolo con un 10%, è determinato a quotarsi per crescere a livello internazionale, anche se l'Ipo non arriverà prima del 2015.

Lo ha detto Gianluigi Cimmino, AD di Yamamay/Carpisa, a margine di una conferenza.

"Lavoriamo per arrivare a una quotazione nel triennio", spiega Cimmino, precisando "non prima del 2015". L'AD sottolinea che la società, avendo un indebitamento prossimo allo zero, ha "la tranquillità di perseguire l'Ipo come occasione di crescita, la quotazione è molto legata allo sviluppo internazionale".

Pianoforte Holding, che fa capo alle famiglie Cimmino e Carlino, si avvia a chiudere il 2012 con un fatturato intorno ai 300 milioni di euro e un Ebitda pari al 16-17% dei ricavi, spiega l'AD.

Il fatturato dovrebbe crescere fino a 400-500 milioni nel 2015.

La società punta ad aprire 100 nuovi punti vendita nel 2013, soprattutto all'estero, per riequilibrare verso altri paesi il suo fatturato, al momento proveniente per l'80% dall'Italia e per il 20% dall'estero.

"Puntiamo ad arrivare a un 30% di fatturato estero", spiega Cimmino.

(Elisa Anzolin)   Continua...