Sea, lunedì Consiglio provinciale per decidere su quotazione

giovedì 4 ottobre 2012 19:17
 

MILANO, 4 ottobre (Reuters) - La Provincia di Milano ha convocato per lunedì prossimo un Consiglio in cui deciderà se partecipare assieme al Comune alla quotazione della società aeroportuale Sea, in un passaggio in grado di cambiare la struttura della stessa Ipo.

La Provincia - che detiene il 14,6% della società che gestisce gli scali di Linate e Malpensa - dovrà decidere se aderire o meno all'iter per l'Ipo di Sea entro il 10 ottobre, data in cui è fissata un'assemblea della società aeroportuale.

In caso di adesione di Palazzo Isimbardi all'Ipo, il flottante collocato sul mercato, pari al 25% del capitale sociale, sarà composto dalla quota della Provincia e per la parte residua da un aumento di capitale di Sea. L'assetto post quotazione vedrebbe il Comune al 48,1% ed F2i - il fondo che attualmente detiene il 29,75% della società - al 26,1%. In caso contrario, il flottante sarà composto per il 16,9% da un aumento di capitale di Sea e per il rimanente 8,1% da azioni del Comune di Milano. L'assetto azionario post Ipo vederebbe Palazzo Marino al 38,12%, la Provincia all'11,9% ed F2i al 24,28%.

Nel dettaglio, lunedì prossimo il Consiglio deciderà se autorizzare Asam - la holding della Provincia che detiene anche le quote di Sea - ad aderire a processo di Ipo.

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia