Sea e Serravalle, slitta a mercoledì delibera cessione quote

lunedì 7 novembre 2011 18:06
 

MILANO, 7 novembre (Reuters) - Slitta a mercoledì 9 novembre la delibera della giunta del Comune di Milano sulla cessione delle quote di Sea e Serravalle.

La riunione straordinaria del governo di Palazzo Marino, infatti, secondo quanto riferito da diverse fonti vicine alla situazione, non ha adottato una delibera perché non è arrivata per tempo la valutazione di Kpmg della quota di Sea che il Comune intende cedere.

La conferma è arrivata dall'assessore al bilancio, Bruno Tabacci, che uscendo ha spiegato: "Stiamo aspettando la valutazione di Kpmg". A chi gli chiedeva se ci sarà una giunta straordinaria mercoledì prossimo, Tabacci ha risposto: "I tempi sono questi".

La giunta, dunque, tornerà a riunirsi il 9 novembre, per adottare una delibera che verrà discussa in commissione il giorno successivo.

Secondo quanto riferito da una fonte vicina al dossier, il Comune sarebbe orientato ad adottare un bando unico, che preveda la doppia opzione: vendita del 18,6% di Serravalle e di un terzo circa del capitale di Sea, oppure cessione della sola partecipazione nella società che gestisce gli scali aeroportuali milanesi.

Uscendo dalla riunione, Daniela Benelli, assessore all'Area metropolitana, ha confermato l'orientamento del "bando unico con due opzioni".

Al momento, però, non è completamente escluso che si scelga la strada di due bandi, che procederanno in parallelo.

La giunta di oggi, riferiscono i partecipanti, è servita per fare il punto della situazione. In particolare, è stato Bruno Tabacci, assessore al Bilancio, ad illustrare lo stato dell'arte.

A Palazzo Marino è giunta, il 28 ottobre scorso, un'offerta da parte di F2i, che ha messo sul piatto 145 milioni di euro per il 18,6% di Serravalle e una cifra pari a 8,82 volte l'Ebitda 2012 per un terzo circa del capitale di Sea.   Continua...