BORSA MILANO pesante, nuovo tonfo banche, balza la matricola Technogym

martedì 3 maggio 2016 12:09
 

MILANO, 3 maggio (Reuters) - Piazza Affari chiude la mattina in forte calo in un clima di debolezza che investe tutta l'Europa, con banche di nuovo nel mirino.

Intorno alle 12 il FTSEMib cede poco più del 2%, come l'Allshare, con volumi per circa 900 milioni di euro.

L'indice europeo FTSEurofirst 300 perde l'1,6%, Francoforte l'1,8%. In netto calo anche i futures sugli indici Usa.

** Nuovo tracollo per le banche italiane che già ieri avevano registrato forti vendite in scia alla fallita quotazione di Pop Vicenza. Il mercato teme un destino simile per Veneto Banca, con conseguente intervento del fondo Atlante che avrebbe meno risorse da destinare agli NPL; si aggiungono oggi dati deludenti di grandi istituti esteri che pesano sull'intero settore europeo. MPS cede quasi il 7%, BANCO POPOLARE il 5,3%, UBI e UNICREDIT perdono più del 4%. CARIGE oltre il 6%.

** Debole anche il settore energia sull'inversione di rotta del greggio, ora in calo. ENI -2,5%, SAIPEM -3,9%, TENARIS (legata anche al settore minerario che in Europa crolla) cede il 4,5%.

** In controtendenza la matricola TECHNOGYM che sale di oltre il 9% a 3,55 euro dopo un picco a 3,65 euro a fronte dei 3,25 euro dell'Ipo.

  Continua...