Masi Agricola punta a quotare fino 25% capitale con opvs

mercoledì 27 maggio 2015 17:06
 

MILANO, 27 maggio (Reuters) - Masi Agricola, l'azienda vitivinicola della Valpolicella nota soprattutto per l'Amarone, si avvia a grandi passi verso la quotazione sull'Aim di Borsa Italiana, con un'offerta di azioni derivanti dalla vendita di parte della quota del fondo Alcedo e da un aumento di capitale, che la porterà ad avere un flottante fino al 25% del capitale.

E' quanto emerge da un documento inviato agli investitori da uno dei joint global coordinator.

L'offerta è rivolta a investitori istituzionali e prevede anche una greenshoe.

Secondo lo stesso documento gli obiettivi della quotazione sono l'acquisizione di nuovi vigneti con l'obiettivo di ridurre l'approvigionamento all'esterno delle materie prime, il rafforzamento dell'attività di M&A, l'implementazione del progetto di Masi Wine Bar e Wine Shop per promuovere ulteriormente il brand.

Masi è controllata da tre membri della famiglia Boscaini, ciascuno con una quota del 28,32%. Il restante 15,03% è invece nelle mani di Alcedo Sgr.

Le azioni vendute saranno quelle di Alcedo, anche se la Sgr con sede a Treviso continuerà a detenere una piccola partecipazione, con un lock up di sei mesi. La famiglia avrà invece un lock up di 18 mesi.

"Alcedo vende una parte delle azioni, la famiglia non vende", conferma una fonte vicina alla situazione, sottolineando che il flottante sarà almeno il 20%.

Per quanto riguarda la valutazione, la società punta ai multipli dei vini di alta gamma, spiega la stessa fonte.

No comment da parte di Masi.   Continua...