Ovs punta a sbarco in borsa il 2/3, vede 2015 in utile - AD

lunedì 16 febbraio 2015 15:23
 

MILANO, 16 febbraio (Reuters) - Ovs punta a sbarcare in borsa il prossimo 2 marzo e, chiuso il 2014 in utile, punta a raggiungere un risultato positivo anche nel 2015.

E' quanto spiegato dall'AD Stefano Beraldo durante la presentazione dell'Opvs, che potrebbe portare la società a raccogliere fino a 545 milioni di euro (604 milioni inclusa la greenshoe). L'offerta è partita venerdì 13 febbraio per la parte istituzionali, mentre si apre oggi 16 per quella retail.

"Saremo in utile già prima di questa Ipo", nell'esercizio che si è chiuso al 31 gennaio 2015, ha spiegato Beraldo. "E ci sono tutte le premesse" per chiudere in utile anche il 2015, ha aggiunto. La società ha archiviato i primi nove mesi dello scorso esercizio con una perdita di 20,3 milioni e l'esercizio 2013 con un rosso di 10,1 milioni.

Il 2015 beneficerà di minori oneri finanziari, anche perchè le risorse derivanti dall'aumento di capitale (da 348 milioni a 470 milioni, a seconda di dove sarà fissato il prezzo di collocamento, all'interno di una forchetta tra 4 e 5 euro per azione) saranno usate principalmente per ridurre l'indebitamento finanziario, che a fine ottobre ammontava a 707 milioni.

Beraldo ha sottolineato che anche la piccola parte di secondario dell'offerta resterà all'interno del gruppo, dal momento che sarà utilizzata per ripagare un debito infragruppo tra Coin e Ovs.

L'AD ha spiegato che "se il prezzo delle azioni salirà nei prossimi anni, fra x anni il socio di maggioranza potrebbe decidere di vendere la sua quota". Ovs è indirettamente controllata da BC Partners.

L'obiettivo del gruppo nei prossimi anni sarà consolidare il mercato italiano, aprendo nuovi negozi e incrementando la propria quota di mercato, attualmente al 6,3%. L'internazionalizzazione resta invece marginale nelle strategie di Ovs.

"Se c'è l'Italia da consolidare non devo distrarre risorse da questo obiettivo primario. Ma sicuramente ci dedicheremo anche all'estero", ha spiegato Beraldo.

Il consolidamento avverrà attraverso l'apertura di nuovi negozi, mentre per ora non si parla invece di acquisizioni.   Continua...