Ipo, GreenItaly1 punta a raccogliere 40 mln, su Aim entro fine anno

mercoledì 4 dicembre 2013 13:22
 

MILANO, 4 dicembre (Reuters) - GreenItaly1, la prima spac italiana dedicata alle imprese della green economy, punta a quotarsi entro fine anno sull'Aim di Borsa Italiana, dopo aver raccolto circa 40 milioni di euro.

E' quanto emerso dalla presentazione del progetto di quotazione del veicolo promosso da Idea Capital Funds (gruppo Dea Capital ), Matteo Carlotti e Vedo Green (gruppo Ir Top).

GreenItaly1 è la quinta Spac (Special purpose acquisition company) a presentarsi sul mercato italiano e si contraddistingue dalle altre perché un comparto ben definito per la società target, con la quale dovrà fondersi entro 24 mesi dall'Ipo.

La società obiettivo sarà un'azienda italiana di medie dimensioni operante nella green economy (ma non nel campo delle rinnovabili).

"Puntiamo a una società con un equity value pre-money superiore ai 100 milioni di euro e con un fatturato superiore ai 150 milioni di euro ede elvati tassi di crescita", spiega la fondatrice di Ir Top Anna Lambiase, precisando che sono state già individuate circa un centinaio di aziende come possibili target, in particolare nei campi dell'ecobuilding, della chimica verde, del lighting solutions e della gestione dei rifiuti.

Nei piani dei promotori la società che nascerà dalla fusione dovrebbe passare in breve tempo all'Mta di Borsa Italiana, probabilmente allo Star. I tempi della business combination probabilmente saranno più brevi dei 24 mesi massimi previsti. "Probabilmente si può chiudere l'operazione entro 12 mesi", spiega il presidente Matteo Carlotti, già promotore della Spac Made in Italy1, che si è poi fusa con Sesa.

Il flottante si aggirerà intorno all 25-35% del capitale dopo l'aggregazione.

Idea Capital Funds, oltre ad essere uno dei promotori, sarà anche uno degli investitori, impegnandosi fin d'ora a sottoscrivere il 10% della raccolta tramite Idea Sgr.

"Il roadshow è già iniziato da una decina di giorni e più della metà dell'offerta è stata già sottoscritta", spiega ancora Carlotto. "L'obiettivo è la quotazione entro fine anno".   Continua...