Ipo, Leone Film su Aim con flottante 20%, obiettivo raccolta 12 mln

giovedì 28 novembre 2013 17:00
 

MILANO, 28 novembre (Reuters) - Leone Film Group (Lfg), la società di produzione cinematografica fondata dal grande regista Sergio Leone, approderà sull'Aim Italia il prossimo 18 dicembre.

L'operazione, si legge nella presentazione della società (che Reuters ha potuto visionare), avverrà attraverso un aumento di capitale, con un obiettivo di raccolta di circa 12 milioni di euro e un flottante del 15%.

Unipol è il Nomad e global coordinator, mentre Methorios Capital ricopre il ruolo di advisor finanziario.

La forchetta di prezzo è di 4,80-5,80 euro per azione.

Si tratta di un'Ipo diversa dalle altre sull'Aim: è prevista, infatti, un'offerta al retail (meno di 5 milioni di euro), ovvero agli investitori online, che è in corso e si chiuderà domani. Dato che la normativa prevede che, in casi simili, il retail abbia quindici giorni di tempo per recedere, il book per gli investitori istituzionali si chiuderà il prossimo 13 dicembre. Il debutto è atteso per il 18 dicembre.

"Tutti i maggiori investitori istituzionali stanno guardando a Lfg", spiega Luca Perconti, Coo di Methorios. "C'è un parterre importante, molto interesse. La quotazione di Italia Independent ha catalizzato l'attenzione degli istituzionali sull'Aim e sulle pmi".

Guidata da Andrea e Raffaella Leone (che si spartiscono il capitale in parti eguali, il primo presidente e Ceo, Raffaella Ceo), Lfg opera nella distribuzione e produzione cinematografica, nonché nel cossidetto product placement attraverso la controllata Pacmedia.

Nel 2012 il gruppo ha registrato ricavi pari a 16,6 milioni, un Ebitda di 6,7 milioni e un utile netto di 1,7 milioni. Il primo semestre di quest'anno ha visto ricavi per 8,9 milioni, un Ebitda di 6,2 milioni e un utile netto di 0,8 milioni.

Per quanto riguarda gli obiettivi per il prossimo biennio, Lfg punta a rafforzare i legami con i maggiori distributori indipendenti Usa, aumentare le co-produzioni internazionali, migliorare il profilo della produzione italiana e sfruttare le nuove opportunità, in particolare produrre film tratti da copioni inediti di Sergio Leone e fare leva sul brand del regista degli 'Spaghetti Western' e dell'indimenticato "C'era una volta in America".   Continua...