PUNTO 1-Chrysler ritiene non fattibile Ipo in 2013, guarda trim1 2014

lunedì 25 novembre 2013 15:46
 

(Aggiunge contesto, commento trader)

MILANO, 25 novembre (Reuters) - Il consiglio di Chrysler, gruppo Fiat, ritiene che il collocamento delle azioni a Wall Street non sarà possibile entro l'anno, ma si prevede continui a lavorare per fare in modo che l'Ipo sia possibile nel primo trimestre del prossimo anno.

Lo dice una nota Fiat, aggiungendo che non è "possibile assicurare se e quando un'offerta verrà lanciata", perché subordinata "alle condizioni di mercato e alle ulteriori valutazioni del caso".

"Fiat continua a sostenere gli sforzi che Chrysler Group sta compiendo al fine di adempiere i propri vincoli contrattuali verso il Veba1 e attende che Chrysler continui a lavorare per compiere i passi necessari a consentire il lancio di un'offerta nel primo trimestre del 2014", aggiunge.

L'AD Sergio Marchionne, a inizio ottobre, ha detto che nel processo per l'Ipo di Chrysler emergeranno elementi riconosciuti anche da Veba sulla valutazione di Chrysler.

A fine ottobre aveva detto che l'Ipo si sarebbe potuta realizzare nel 2013, ribadendo che intende salire al 100% di Chrysler. Secondo alcune fonti, le parti potrebbero raggiungere un accordo per la cessione da Veba a Fiat del 41,5% in Chrysler, poco prima della quotazione.

L'acquisizione aprirebbe la strada alla fusione, che gli analisti ritengono possa accrescere il valore del gruppo.

Il titolo Fiat scende dopo la notizia e poi risale dai minimi, ma resta nel terreno negativo.

"Il titolo scende perché sembrava che Fiat avesse trovato un accordo con Veba. Ma ci sono troppi se....", dice un trader.   Continua...